Lo schermo dell’arte Film Festival: Midsummer Nights
1st edition

2010 June 29 / July 2
Terrace of the Biblioteca delle Oblate
Firenze, via dell’Oriuolo 26
From 9 pm till 11.30 pm

After the major success scored last winter at the Cinema Odeon during the “50 Days of International Cinema” event, Lo Schermo dell’Arte returns with “Midsummer Nights”—a film program dedicated to contemporary arts, curated by Leonardo Bigazzi—which will be held from June 29 to July 2 on the terrace of the Biblioteca delle Oblate.

The films, with Italian subtitles, have rarely been seen in Italy. So this is a precious chance to deepen one’s knowledge of current art themes, hear the voices of its protagonists, and watch some of the major figures of the international contemporary arts scene at work, including Matthew Barney, Maurizio Cattelan, Kiki Smith, Bill Viola and Gianni Berengo Gardin.

Moreover, the program is scheduled to include encounters with artists, directors, curators and other experts on contemporary arts, who will present the films and answer questions from the audience.

Introduzione di Valentina Valentini, docente di Teoriche dell’immagine elettronica per lo spettacolo, DISAS, Università “La Sapienza”, Roma. A seguire:

Bill Viola. The Eye of the Heart
di Mark Kidel, Gran Bretagna 2003, 59′
Senza dubbio il più famoso video artista del mondo, Viola ci guida nel suo universo visuale tra preziosi materiali d’archivio e backstage di alcune delle sue opere.

The Body as Matrix. Matthew Barney’s Cremaster Cicle
di Maria Anna Tappeiner, Germania 2002, 47’
Matthew Barney si è imposto all’attenzione della scena artistica internazionale attraverso l’uso di un linguaggio originalissimo di cui Cremaster, un ciclo di cinque film realizzati nell’arco di 10 anni a partire dal 1994, rappresenta la massima espressione. Il film è un’occasione per penetrare nell’universo dell’artista americano attraverso interviste e sequenze tratte dai suoi film.

Introduzione di Lorenzo Giusti, curatore e storico dell’Arte. A seguire:

Megunica
di Lorenzo Fonda, Italia 2008, 55’
Originale diario del viaggio di formazione e di scoperta intrapreso alla fine del 2006 dal noto street artist Blu con gli amici Silvia Siberini (Sibe) e Ivan Merlo, attraverso cinque paesi dell’America Latina.

Art Safari: Maurizio Cattelan
di Ben Lewis, Gran Bretagna 2005, 26’
Cattelan non concede mai interviste e quando lo fa dichiara apertamente di mentire.
Nel film parlano in sua vece Massimiliano Gioni, critico e curatore, galleristi e collezionisti delle sue opere, spesso divenuti parti di esse in lavori che combinano scultura e performance.

Introduzione di Daniela De Lorenzo, artista, e Silvia Lucchesi, storica dell’arte e curatore. A seguire:

Our City Dreams
di Chiara Clemente, Stati Uniti 2008, 85’
Questo pluripremiato film segue e racconta cinque celebri artiste che hanno scelto la città di New York come luogo del proprio lavoro: Swoon, Ghada Amer, Kiki Smith, Marina Abramovic, Nancy Spero riuscendo a cogliere la straordinarietà delle loro vite.
Una riflessione sulla forza artistica dell’esperienza umana nel rapporto con un luogo.

Introduzione di Giampiero D’angeli, regista, e Massimo Agus, docente di Storia e Tecnica della Fotografia, Università degli Studi di Siena. A seguire:

Mimmo Jodice
di Giampiero D’Angeli, Italia 2009, 53’
Mimmo Jodice parla del proprio lavoro cercando nei luoghi più suggestivi della sua Napoli le origini della civiltà mediterranea. Il tempo non esiste più, i resti archeologici, gli antichi volti scolpiti nella pietra e il mare sono i soggetti che ispirano le sue immagini.

Gianni Berengo Gardin
di Giampiero D’Angeli, Italia 2008, 55’
Gianni Berengo Gardin riparte dalla sua Venezia e rievoca i momenti vissuti e i suoi tanti reportages, come quelli sugli ospedali psichiatrici, il movimento del 1968, gli zingari. Sempre con profondo rispetto e mettendo sullo stesso piano l’occhio, il cuore e la mente, secondo l’insegnamento di Henri Cartier-Bresson.

Notti di mezza estate è incluso nella manifestazione
Firenze Estate 2010

Realizzata e promossa da
Comune di Firenze

Il programma è stato reso possibile anche grazie al sostegno di
OpinionCiatti

E alla collaborazione con

  • Cooperativa Archeologia
  • FST-Mediateca Toscana Film Commission
  • EX3 Centro per l’Arte Contemporanea
  • Festival dei Popoli