Visio_2014
[responsive]

22 – 27 Giugno 2016, HOME Manchester
sessioni on-line Luglio – Ottobre
16 – 20 Novembre 2016, Lo schermo dell’arte Film Festival, Firenze
diretto da Leonardo Bigazzi e Sarah Perks

Lo schermo dell’arte e HOME Mcr presentano la seconda edizione di Feature Expanded, programma europeo di formazione per artisti che desiderano realizzare il loro primo lungometraggio.

[tabgroup][tab title=”PROGETTO”]
Feature Expanded è un programma di formazione progettato per sostenere artisti visivi che desiderano realizzare il loro primo lungometraggio.
Il progetto, ideato da Lo schermo dell’arte Film Festival e HOME, è diretto da Leonardo Bigazzi e Sarah Perks.

Feature Expanded propone un ventaglio unico e personalizzato di attività nel campo della produzione cinematografica rispondendo alle nuove richieste degli artisti che lavorano con le immagini in movimento. Questa nuova generazione di artisti arricchisce il settore audiovisivo tradizionale, attraendo un nuovo pubblico, partners e strutture con un approccio diverso alla produzione di lungometraggi.

Il programma, con durata di sei mesi, si articola in due momenti di residenza a Manchester e Firenze con una serie di corsi, workshop, proiezioni, tutoraggio online e project pitching dedicato a artisti visivi che intendono sviluppare il loro primo lungometraggio. I partecipanti acquisiranno nuove competenze e una solida conoscenza pratica e teorica, rivolta in particolar modo allo sviluppo e stesura del progetto in funzione di una futura distribuzione cinematografica. Durante le varie fasi del progetto i partecipanti lavoreranno allo sviluppo dei propri progetti e in seguito verrà offerto un servizio di tutoraggio online su specifici argomenti. Al termine del programma verranno inoltre proposte collaborazioni con festival internazionali, produttori e distributori. L’attività di formazione sarà condotta da professionisti che lavorano nel campo cinematografico con una comprovata esperienza nel settore. Il corso comprende i seguenti ambiti: sviluppo della sceneggiatura, sviluppo di progetti senza sceneggiatura, project pitching, produzione e financing, gestione del lavoro con gli attori, nuove forme di distribuzione diverse da quella cinematografica quali quella museale e le piattaforme digitali.

Feature Expanded è sostenuto da Creative Europe/MEDIA.

Visio_2014
[/tab]

[tab title=”PROGRAMMA”]

Il programma semestrale di Feature Expanded unisce:
• Una residenza intensiva di una settimana presso HOME (Manchester), formata da masterclass, presentazioni di casi studio, workshops, proiezioni, opportunità di fare network, assieme a tutorials individuali e di gruppo.
• Tutorial on-line con esperti parte del team Feature Expanded.
• Quattro giorni di residenza allo Schermo dell’Arte Film Festival (Firenze) durante i quali sarà possibile assistere al festival e di proseguire i tutorials prima del pitching di fronte a una giuria composta da un gruppo selezionato di professionisti del settore.

Ad ognuno dei dodici partecipanti verrà assegnato un produttore come tutor con il quale lavorare assieme per sviluppare il progetto di film durante tutto il programma, sia con incontri personali, che in gruppi di quattro artisti.

Tutors di Feature Expanded sono: Jacqui Davies, Samm Haillay e Leif Magne Tangen.

Il programma comprende:

CASI STUDIO
Omer Fast // Remainder
Natasha Dack Ojumu di TigerLily films racconta la produzione del primo lungometraggio di Omer Fast, Remainder, adattamento dell’omonimo best seller di Tom McCarthy.

Fiona Tan // History’s Future
Floor Onrust di Family Affair Films presenta la storia del primo lungometraggio di Fiona Tan History’s Future (2015), dalla produzione alla sua distribuzione.

Andrew Kötting // Swandown
La producer Lisa Marie Russo e il regista Andrew Kötting si confrontano sull’esperienza dello sviluppo di Swandown.

WORKSHOPS
Script & non-script development

Marietta Von Hausswolff von Baumgarten  tiene un corso di alto livello sullo sviluppo di lungometraggi, con sceneggiatura e senza, e su come utilizzare al meglio i format già esistenti dell’industria cinematografica per presentare il progetto a potenziali partner e finanziatori

Working with Actors

Sam Rumbelow che ha più di trent’anni di esperienza sia come attore che come coach, conduce un workshop per acquisire competenze su come dirigere e lavorare con attori professionisti e non.

Pitching your film
L’esperta di pitching Sibylle Kurz conduce un seminario di gruppo e lezioni individuali di preparazione al pitch del proprio film.

MASTERCLASSES
Getting your film to an audience: sales agents, marketing & distribution
Jason Wood introduce la distribuzione europea di film grazie anche a un confronto diretto con James King (Theatrical Sales Manager Curzon Artificial Eye) sulla relazione tra distribuzione e mostre. Inoltre esplora il ruolo degli agenti di vendita assieme a Simon Osborn, direttore della Business and Legal Affairs for Protagonist Pictures.
Industry and European markets 
Rebecca De Pas conduce un seminario pratico su come preparare e presentare un progetto di film a possibili partner e produttori nel contesto del mercato di co-produzione.

Getting your film to an audience
Workshop pratico con Sarah Mosses (CEO, TogetherFilms) per osservare come i film vengono commercializzati e suo come costruire una ricezione pubblica nello sviluppo e nella produzione di un lungometraggio

TAVOLE ROTONDE
Money Talks: European public funding for film (Manchester)
Moderata da Sarah Perks la tavola rotonda esplora l’attuale situazione dei finanziamenti pubblici per lungometraggi in Europa, con un focus speciale sui film d’artista e nuove possibilità del settore. Tra gli ospiti: la curatrice e producer Jacqui Davies, Zorana Piggott (Producer, 011 Productions), Pavel Strnad (Producer/Co-fondatore, Negativ) e Ronan Girre (Amministratore delegato e responsabile Ateliers du Cinéma Européen)

Museum and Artists’ Feature Films Distribution and Exhibition (Firenze)
La tavola rotonda esplora le nuove possibilità offerte dalla distribuzione fuori dal contesto cinematografico e il ruolo dei musei nello sviluppo di mostre di artisti che lavorano con il film. Moderata da Leonardo Bigazzi.
Con: Joana Hadjithomas (artist), Jaap Guldemond (Director of Exhibitions EYE Film Museum Amsterdam), Tobias Pausinger (co- founder Art:Film and Media Consultant)
Modera: Leonardo Bigazzi.

PITCH FINALE
I partecipanti hanno una sessione di pitching di 10 minuti davanti a una giuria di professionisti e producer composta da Laura Israel (Filmaker), Elisa Larrier (Producer), Leonardo Bigazzi e Sarah Perks. L’evento è inoltre aperto a possibili finanziatori e figure chiave dell’industria cinematografica invitati per l’occasione, tra i quali Erika Balsom, Rebecca De Pas, Tobias Pausinger, Marietta von Hausswolff von Baumgarten. In tale sede la giuria decide il vincitore del Feature Expanded Distribution Award, del Feature Expanded Development Award e del ottod’Ame Film Award.
[/tab]

[tab title=”STAFF E TUTORS”][accordion open=”1″]
[accordion-item title= “Leonardo Bigazzi (Project Director)”]


Leonardo Bigazzi è un curatore di base a Firenze, collabora con Lo schermo dell’arte Film Festival sin dalla sua prima edizione nel 2008. Nel contesto del Festival è il curatore di VISIO European Programme on Artists’ Moving Images e Notti di Mezza Estate. Inoltre è co-direttore di Feature Expanded, un programma di formazione ideato in collaborazione con HOME Manchester e rivolto ad artisti visivi che lavorano al loro primo lungometraggio. Oltre a collaborare alla selezione dei film ha seguito nelle passate edizioni del Festival la produzione di progetti speciali con gli artisti Omer Fast, Melik Ohanian, Hiroshi Sugimoto.
Dal 2014 al 2016 ha lavorato come curatore al Museo Marino Marini di Firenze dove ha curato la mostra 30/60 Opere dalla collezione del Frac Champagne-Ardenne con una selezione di oltre 40 lavori provenienti dalla collezione dell’isitutizione francese, la personale di Pablo Bronstein Studies in mannerist decomposition (co-curata con Alberto Salvadori); Alfred Jarry Archipelago ‘Ha ‘Ha, un programma di performance, installazioni e screenings; la personale di Rayyane Tabet La Mano De Dios. In 2016 ha co-curato la prima edizione de La Nuite blanche de Monaco.
Dal 2014 collabora con l’artista Petrit Halilaj e ha lavorato alla ricerca e alla produzione della sua mostra alla galleria kamel mennour (Parigi), Bundeskunsthalle (Bonn), Kölnischer Kunstverein (Colonia) e Palazzo Grassi/Punta della Dogana (Venezia).

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Sarah Perks (Project Director)”]

Come direttrice artistica della sezione arti visive della Cornerhouse ha co-curato alcune della maggiori mostre personali come quella dell’artista pakistano Rashid Rana, Everything is Happening at Once, e It’s Cool I’m Good del performance e video artista Stanya Kahn. Nel 2011 Sarah ha strutturato la Cornerhouse Artist Film, socializzata in produzione distribuzione di lungometraggi d’artista, a partire dall’uscita nelle sale del Regno Unito e dell’Irlanda di Self Made, debutto alla regia dell’artista vincitore del Turner Prize Gillian Wearing. Nel giungo 2012 la seconda uscita è stata Swandown di Andrew Kotting e Iain Sinclair. Recentemente Sarah ha prodotto il primo lungometraggio in 35mm su commissione di Rosa Barba,Subconscious Society, e anche Rough Cut film che accompagna la mostra personale di Jamie Shovlin: Hiker Meat.

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Jacqui Davies (Tutor)”]

produttrice e curatrice, vive a Londra, ha prodotto film con artisti quali Ben Rivers, Richard Billingham, Louis Henderson. E’ stata Associate Producer per il film Ming of Harlem di Phillip Warnell, presentato allo Schermo dell’arte nel 2014. Cura i progetti espositivi di artisti che lavorano con le moving images per la Anthony Reynolds Gallery di Londra.

 

 

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Samm Haillay (Tutor)”]

Fondatore nel 2001 della società di produzione indipendente ‘Third’ con il regista e artista Duane Hopkins del quale ha prodotto numerosi cortometraggi vincitori di premi e il film Better Things, presentato a Cannes nel 2008. Ha co-prodotto il primo lungometraggio dell’artista inglese Gillian Wearing Self Made presentato allo Schermo dell’arte nel 2012.

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Leif Magne Tangen (Tutor)”]

Produttore, curatore, scrittore. Ha prodotto film e video di Benjamin Naishtat, Loretta Fahrenholz, Declan Clarke, Knut Åsdam e Laida Lertxundi. Ha fondato e diretto il Centro d’arte D21 Kunstraum a Lipsia, è co-curatore del Reihe Experimentalfilm e produttore di Vitakuben Film. Attualmente è curatore del Kunstforening a Tromsø, in Norvegia.

 

 

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Sibylle Kurz (Pitch Expert)”]

Sibylle Kurz è specializzata nel pitching training e nell’assistere al proposal e allo sviluppo drammaturgia. Ha una formazione accademica nei media e scienza della comunicazione, sociologia e psicologia e inoltre è NLP trainer (INLPT Associational standards). Lavora come Pitching Trainer e consulente in numerose scuole e istituzioni legate alla produzione di film in tutta Europa. Nell 1995 ha co-fondato d-net-work, un’alleanza di giovani produttori europei (film e documentari) per aiutare a trovare co-distribuzioni e partner per progetti, è inoltre membro dell’European Documentary Network e autrice di numerosi libri.

 

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Marietta von Hausswolff von Baumgarten (Script Expert)”]

Fondatrice di MotherofSons (MOS), società di produzione cinematografica con sede a Stoccolma, Marietta ha lavorato come commissioning editor per SVT Drama Sweden e anche come editor Pearson/Freemantle Drama prima di diventare una consulente internazionale per le sceneggiature di lungometraggi. Ha scritto e co-prodtto il film Call Girl. Dal 2007 Marietta è script consultant di Torino Film Lab, Binger Film Lab, College Cinema della Biennale di Venezia. Inoltre è stata script advisor per Tiff STUDIO Toronto, Boost Rotterdam, Rutger Hauer Masterclasses, Generation Campus Moscow, Script Lab Russia, Balkan Film Fund Athens, Talent Campus Sarajevo e Berlinale, Irish Film Board, Filmpool Nord, B3 Media London, Lux UK, Doha Film Institut. Marietta è membro della Swedish Drama Union e della European Film Academy.

[/accordion-item]

[/accordion]

[/tab]

Visio_2014
[/tab]

[tab title=”PARTECIPANTI”][accordion open=”1″]
[accordion-item title= “Fabian Altenried (Germania)”]


Fabian Altenried (*1987) filmmaker, scrittore e artista visivo. La sua ricerca si concentra su nuove traduzioni visive e formali e strategie di narrazione per elaborare il potenziale critico e politico della finzione.
Il suo film-progetto collettivo e sperimentale Oilfields Mines Hurricanes è stato proiettato in anteprima all’International Film Festival di Rotterdam nel 2014. Fabian Altenried è impegnato come scrittore, regista, produttore e direttore della fotografia in vari progetti cinematografici, suoi e di altri, realizzati con la sua società di produzione Schuldenberg Films di Berlino.
Attualmente sta lavorando a un ampio progetto intitolato The Foreign Object Damage Files, che riunisce film, video, performance e testi che riguardano la (de)costruzione delle identità. Le FOD Files sono un’indagine sul parassitismo nelle relazioni emotive, sociali e sessuali. Il suo lungometraggio Vibilia Armata, in fase di sviluppo, è un focus sui FOD Files.

www.fod.schuldenbergfilms.com

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Kasia Fudakowski (UK)”]

Artista nata a Londra, si è laureata presso la Ruskin School of Drawing and Fine Art, Oxford University nel 2006, e poi si è trasferita a Berlino, dove vive attualmente. La sua pratica scultorea, performativa e filmica attinge alla filosofia della commedia e alla struttura della beffa, utilizzando l’umorismo come uno strumento capace di manipolare le aspettative, e criticare le strutture sociali – specialmente nel mondo artistico – per connettersi allo spettatore ad un livello più inconscio.
Il suo lavoro è stato esposto ampiamente in Germania così come a livello internazionale, tra gli altri: Zacheta National Gallery, Varsavia, The Museum of Contemporary Art San Diego, Art Basel Statements, Museo Marino Marini Firenze, The Arnolfini, Bristol e MOINS UN Parigi. I suoi film sono stati proiettati: La Ferme Du Buisson Parigi, 1646 L’Aia, Bonelli Gallery Milano, e Hospitality Colonia.

www.kasiakasia.com

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Chaja Hertog e Nir Nadler (Paesi Bassi/Israele)”]

Chaja Hertog (Amsterdam 1978) e Nir Nadler (Haifa 1977) ono il duo artistico Hertog Nadler, dal 2001 di base ad Amsterdam. Il loro lavoro opera sul confine tra cinema, performance e installazioni. Oltre alla loro collaborazione in campo artistico, Hertog e Nadler sono anche partners nella vita: il loro processo creativo, che spesso ha una natura dualistica, è influenzato da questa combinazione di personale e professionale.
Il loro lavoro è stato ampiamente esposto a livello nazionale ed internazionale in istituti quali Kassel Kunstverein, Museum Arnhem, MoCA di Taipei, CSW Toruń, Eyebeam NY, Kunsthall Stavanger, Janco Dada Museum, New York Live Arts e Museo d’Arte Moderna di Mosca. I loro cortometraggi sono stati mostrati in numerosi festival internazionali e hanno vinto diversi premi internazionali. Il loro film Nation for Two è stato selezionato dal EYE Film Institute come uno dei migliori dieci corti olandesi del 2012.
Tra il 2014 e il 2016 il duo ha lavorato su un percorso artistico permanente a Zwolle, nei Paesi Bassi.

www.hertognadler.com
www.portalzwolle.nu
[/accordion-item]
[accordion-item title= “Marine Hugonnier (UK/Francia)”]

(Vive e lavora a Londra, UK)
Nei suoi film, fotografie e lavori su carta, Marine Hugonnier indaga e decostruisce le convenzioni della rappresentazione utilizzando un metodo d’indagine ispirato all’antropologia.
Tra le mostre collettive si segnala la partecipazione alla 52esima Biennale di Venezia (2015), 1979, The Virreina Centre Imatge, Barcellona (2011), I Am Still Alive: Politics and Everyday Life in Contemporary drawing MOMA, New York (2011), Art and Press, Martin-Gropius-Bau, Berlino (2012), Unfinished Journeys, The National Museum of Norway / Museum of Contemporary Art, Oslo (2012) Hen!, Fundación Jumex Arte Contemporaneo, Messico (2012), Shock of the News, National Gallery of Art, Washington (2012) e Counter-Production, Generali Foundation, Vienna (2012), Outline: 6th Biennial images movement, Mechelen, Belgio (2013), la  Biennale of Cartagena, Colombia (2014).
I suoi film sono stati proiettati in numerosi festival come FID, Rotterdam, Locarno, CPHdox e altri.
www.marinehugonnier.com
[/accordion-item]
[accordion-item title= “Cristina Picchi (Italia)”]

Filmmaker, scrittrice e artista visiva italiana, attualmente di base a Londra. I suoi film sono stati presentati in festival e gallerie di tutto il mondo vincendo premi, tra gli altri, ai Festival di Locarno, Clermont-Ferrand e Thessaloniki. Nel 2013 è stata nominata per il Miglior Cortometraggio agli European Film Awards, mentre il suo ultimo lavoro è stato presentato alla 72esima Mostra del Cinema di Venezia. È stata selezionata per i programmi di residenza EMAN/EMARE (Montreal) e Quartier21 al Museumsquartier di Vienna.
Dopo la laurea e il master in Letteratura Europea all’Università di Pisa, ha ottenuto un Master in Screen Documentary alla Goldsmiths University of London.

www.cristinapicchi.com
[/accordion-item]
[accordion-item title= “Wojciech Puś (Polonia)”]

Wojciech Pus (*1978) filmmaker, autore di installazioni e oggetti interattivi, scenografo. I suoi lavori più recenti si concentrano su spiritualità e intimità queer. I suoi film, video e installazioni sono stati esposti al Museum of Modern Art di Varsavia, Museum of Art di Lodz, Exchange Gallery a Lodz, Stefania Piga Vaselli Gallery di Roma, Westfälischer Kunstverein di Münster, ICA di Londra, Bunkier Sztuki Contemporary Art Gallery di Cracovia. Le sue opere fanno parte della collezione del Museum of Modern Art di Varsavia, Film Archive del Museum of Modern Art Varsavia, Bunkier Sztuki Contemporary Art Gallery di Cracovia e varie collezioni private in Polonia, Germania e Italia.
Ha conseguito una laurea in Cinematografia (2004) e il Dottorato di ricerca (2013) in film/multimedia alla National Film School di Lodz. Wojciech Pus è Assistant Professor nel Dipartimento della Facoltà multimediale di Cinematografia presso la National Film School di Lodz. Collabora con LETO Gallery di Varsavia.

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Jennifer Rainsford (Svezia)”]

Artista visiva e regista di base a Stoccolma. I suoi film, esplorando formati ibridi tra il documentario e la fiction, si sviluppano principalmente intorno agli effetti che i grandi cambiamenti climatici hanno sugli individui. Dal 2013 l’artista sta producendo il documentario Stories from the debris, un film che racconta alcune delle storie di come i detriti dello tsunami, che ha colpito il Giappone nel 2011, si sono spostati, attraverso l’Oceano Pacifico, fino alle coste delle Hawaii.
I suoi cortometraggi e video installazioni sono stati proiettati in festival come CPH: DOX, Clermont Ferrand, Oberhausen, Rotterdam, Barbican museum di Londra, Museo Hong Gah a Taipei, Taiwan e come video installazioni al Berlinale Forum Expanded e Makerere art Gallery di Kampala, Uganda.

www.jenniferrainsford.se

[/accordion-item]
[accordion-item title= “Margarida Rego (Portogallo)”]

Ha studiato Communication Design all’Accademia di Belle Arti di Lisbona e ha fatto un master in Comunicazione Visiva presso il Royal College of Art di Londra. La sua pratica si divide tra disegno, immagini in movimento, installazioni e scenografia.
Il suo lavoro è stato esposto in numerose istituzioni. Ha sviluppato un breve film sperimentale, The Revolution Hunter, che è stato proiettato e premiato in vari festival cinematografici, come Quinzaine des Réalisateurs di Cannes, IndieLisboa, Curtas Vila do Conde, T-Mobile New Horizons International Film Festival, Curtas Belo Horizonte, Kaunas International Film Festival, Janela Internacional de Cinema do Recife, l’Alternativa Barcellona, Festival Internacional de Curtas do Rio de Janeiro, Pravo Ljudski Film Festival, Go Short, Tampere Film Festival, NexT International Film Festival, Vienna Independent Shorts, tra gli altri. Al momento sta lavorando al suo primo lungometraggio The Invention of The Body.

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Simone Rowat (Canada/Germania)”]

Artista e filmmaker di base a Londra, la sua ricerca attuale indaga il trasferimento delle tecnologie di comunicazione, create da e per l’innovazione militare, nell’esperienza quotidiana.
Simone ha conseguito una laurea presso la Slade School of Fine Art (UCL), e un master al Royal College of Art nel 2013. Ha esposto le sue opere a livello internazionale: Hoppen Gallery, Museo Everhalt (Pennsylvania), Villa Romana come parte de Lo schermo dell’arte Film Festival, e Alt +1000 Biennale Svizzera. Il suo lavoro è stato anche proiettato nell’ambito di Passing Glitches (a cura di Joseph Constable al Peckham Plex), al Modern Art Oxford, allo Short Film Festival di Londra (2014 e 2016) e Aestetica Film Festival 2016. Ha partecipato a programmi dedicati a film d’artista come VISIO European Programme on Artists’ Moving Images allo Schermo dell’arte Film Festival, The Story of Sound al Lighthouse Brighton Fringe Festival e Cinema6.

www.simonerowat.com

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Alexandre Singh (USA)”]

Artista di New York la cui pratica spazia tra performance, scultura, disegno, cinema e teatro. In due, tre o quattro dimensioni, il lavoro di Singh esplora la storia della filosofia, della scienza, e della produzione culturale attraverso figure chiave come Aristofane, Molière e Woody Allen. Nel 2013, la sua opera The Humans è stata messa in scena al Rotterdamse Schouwburg, Rotterdam e alla Brooklyn Academy of Music, New York (come parte di Performa 13) e al Festival d’Avignon, Francia nel 2014. Il lavoro di Singh è presente in numerose collezioni private e pubbliche, tra cui Museum of Modern Art, New York; Solomon R. Guggenheim Museum, New York; Centre national des arts plastiques, Parigi.

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Rosie Toner (UK)”]

Artista e filmmaker che utilizza sia installazioni che proiezioni monocanale. I temi ricorrenti nella sua pratica includono la memoria e la rievocazione, la reinvenzione di sé e degli eventi.
Al momento sta lavorando al suo primo lungometraggio The Saviours finanziato dalla Film Agency Wales. Ha scritto e diretto tre cortometraggi finanziati da Scottish Screen e UK Film Council. 
Le sue opere sono state esposte in numerose istituzioni tra le quali ICA, Londra; Tate Liverpool e Camden Arts Centre, Londra; Centre for Contemporary Art, Glasgow; Glasgow International Festival of Art. È stata scelta per partecipare al Binger Film Lab Amsterdam 2013, BFI Directing Masterclass al Hay on Wye Festival 2014 with Lenny Abrahamson, Film London Micro Market 2015 e EAVE 2016. È stata finanziata per partecipare a questi corsi da Scottish Film Talent Network, Creative Skillset e BECTU. Si è laureata con lode in Fine Art (Film & Video) al Central St Martins College of Art & Design, Londra.

http://vimeo.com/rosietoner

[/accordion-item]

[accordion-item title= “Stefanos Tsivopoulos (Grecia)”]

Artista visivo e filmmaker vive e lavora tra Amsterdam, Atene e New York. I suoi film spesso sono il risultato di una lunga ricerca su documenti storici, in biblioteche e archivi fotografici, e sono caratterizzati da un poetico linguaggio cinematografico e dall’utilizzo di narrazioni allegoriche. La pratica artistica di Tsivopoulos è mossa da un interesse per gli aspetti socio-politici ed economici che caratterizzano il mondo in cui viviamo. Ha prodotto cortometraggi in Germania, Grecia, Olanda, Serbia, Spagna, Turchia e Stati Uniti. Le sue opere sono state ampiamente presentate nei musei, biennali d’arte e festival cinematografici a livello internazionale. Nel 2013, ha rappresentato la Grecia nella 55esima Biennale di Venezia con la sua video installazione History Zero, un film in tre episodi.

www.stefanostsivopoulos.com
www.historyzero.gr

[/accordion-item]

[/accordion]

[/tab]

Visio_2014

[tab title=”PARTNERS”]
Feature Expanded. European Art Film Strategies

Promosso e organizzato da
Lo schermo dell’arte Film Festival e HOME

Sostenuto da

Creative Europe-MEDIA, programma dell’UE

In collaborazione con

Nederlands Filmfonds
Toscana Film Commission
University of Salford at MediaCityUK
Creative Scotland
ottod’Ame
Institut français Firenze

Partners del programma
FID Marseille e ALO-OHA, Stoccolma

Visio_2014

[/tab]

[tab title=”CONTATTI”]

Leonardo Bigazzi, project director
Sarah Perks, project director
Isabelle Croissant, project coordinator Manchester
Valeria Mancinelli, project coordinator Florence
[/tab]
[/tabgroup]