Provenance e Lot 248
di Amie Siegel, 2013, 40'
CAMERA: Christine A. Maier   SUONO: Gisburg Smialek
MONTAGGIO: Amie Siegel   PRODUTTORE: Studio Amie Siegel

Schermo dell'Arte - Archivio Film
Presentato allo Schermo dell'arte Film Festival 2014

Provenance esplora un simbolo del Modernismo oggi divenuto ricercatissimo dal mercato: i mobili progettati da Le Corbusier e Pierre Jeanneret per la città indiana di Chandigarh. Concepito a metà degli anni ’50 sull’onda dell’euforia postcoloniale, il progetto di Le Corbusiier è un caso emblematico del fallimento dell’utopia modernista socialista. Amie Siegel, mettendo in scena una sorta di documento di provenienza di tali manufatti, con il suo film ripercorre a ritroso le peregrinazioni geografiche di questi mobili, dalle lussuose dimore di ricchi collezionisti di Londra, New York e Parigi nelle quali si trovano oggi, fino ai luoghi per i quali erano stati originariamente progettati. Di passaggio in passaggio, Provenance svela i fattori che influenzano e determinano il meccanismo di costruzione del valore di un oggetto. 
Al film è legato il cortometraggio Lot 248 che, suscitando ulteriori interrogativi sulla speculazione del mercato dell’arte e del design, documenta, con evidenza polemica, la vendita all'asta del film Provenance stesso. Entrambi i video sono stati recentemente acquistati dal Metropolitan Museum of Art di New York.

Amie Siegel
Lavora con fotografia, video installazioni, video e film. Ha esposto nei maggiori musei americani ed europei dal Metropolitan di New York al CCA Wattis di San Francisco, dal KW Institute for Contemporary Art di Berlino alla Hayward Gallery di Londra. I film sono stati proiettati nei più importanti festival internazionali, quali Cannes, Berlino e New York. E’ Membro della DAAD Berliner-Künstlerprogramm e della Guggenheim Foundation. Nel 2010 ha ricevuto l’ICA Boston’s Foster Prize e nel 2012 il Sundance Institute Film Fund Award. Nel 2014 ha ricevuto lì Forum Expanded Award al Berlin Film Festival.

amiesiegel.net


[chiudi scheda]