Big Time
di Kaspar Astrup Schröder, Danimarca 2017, 93'
RIPRESE: Kaspar Astrup Schröder    PRODUTTORE: Sara Stockmann
MONTAGGIO: Bobbie Esra G. Pertan, Catherine AmbusKaspar Astrup Schröder    PRODUZIONE: Sonntag Pictures
SUONO: Bobby Hess   DISTRUBUZIONE: Wanted Cinema

Schermo dell'Arte - Archivio Film
 Presentato allo Schermo dell'arte 2017

Ritratto del super premiato architetto danese Bjarke Ingels che, poco piu che quarantenne, ha firmato alcune noti edifici degli ultimi anni quali il grattacielo W57 VIA 57 West a New York, il Danish National Maritime Museum a Helsingor, il Serpentine Gallery Pavilion a Londra. Girato nel corso di sette anni, il film racconta la sua vita professionale e personale. A seguito di una contusione in una partita di baseball gli viene diagnosticata una ciste al cervello che lo costringe a sottoporsi ad una serie di esami, appuntamenti con medici e ad un’operazione, registrati con grande discrezione dalla macchina da presa di fronte alla quale Ingels mai si sottrae. Dalla malattia all’apertura del secondo studio a New York del BIG-Bjarke Ingels Group alle riunioni di lavoro e sui cantieri, alla relazione con la compagna, l’architetto Ruth Othero, il regista lo segue dovunque cercando di carpirne la determinazione sul lavoro e gli aspetti piu intimi, anche teneri, del carattere. 
Una vita solo apparentemente facile. “Mi sono reso conto di quanta pressione debba sopportare”, ha dichiarato il regista. 
 
 
Kaspar Astrup Schröder 
Regista autodidatta, ha lavorato nell’ambito del graphic design, dell’arte e della fotografia 3D, e stato montatore di film di fiction. I suoi film sono stati distribuiti internazionalmente e premiati ad alcuni dei piu importanti festival internazionali quali l’IDFA di Amsterdam, Hot Docs di Toronto, CPH:DOX di Copenhagen.
Nel 2013 ha vinto il Golden Eye Award per il miglior documentario internazionale con Rent A Family Inc. Nel 2014 ha fondato la societa di produzione Good Company Pictures insieme ai registi Katrine Philip, Boris Bertram e al produttore Katrine A. Sahlstram. Il primo film prodotto, Home Sweet Home, e stato nominato per un premio all’IDFA. 

[chiudi scheda]