The Dust Channel
di Roee Rosen, Israele 2016, 23'
SCENEGGIATURA:  Roee Rosen    MUSICA: Igor Krutogolov 
RIPRESE: Avner Shahaf    PRODUTTORE: Roee Rosen 
MONTAGGIO: Maxim Lomberg     

Schermo dell'Arte - Archivio Film
 Presentato allo Schermo dell'arte 2017

Esposto a documenta 14, il film di Rosen è un’operetta lirica con libretto in russo che si svolge nell’ambiente domestico di una famiglia borghese israeliana, la cui paura dello sporco, della polvere e di ogni altra presenza estranea diventa una devozione perversa nei confronti degli elettrodomestici per le pulizie, in particolar modo l’aspirapolvere.
Il canto ha lo scopo di dare vita all’aspirapolvere raccontando la sua stessa storia, ma allo stesso tempo la trama include anche una vicenda diversa e piu complessa: un menage a trois tra una giovane coppia e la loro aspirapolvere Dyson DC07, un’assurda relazione che rende omaggio ad un classico del surrealismo, Un Chien Andalou di Salvador Dali e Luis Bunuel, nel quale perversione e trasgressione emergono dall’interno di una situazione di domesticita borghese. Immagini di ‘adorabile’ pulizia e ‘temibile’ sporco sono dunque collegate alla relazione che esiste tra la coppia e le presenze che si introducono nella loro casa, camerieri, rifugiati e poliziotti che li perseguitano.
In questo film Rosen associa figurativamente la polvere alla sabbia. Proprio la sabbia e il deserto sembrano indicare simbolicamente forme correnti di xenofobia. Il centro di detenzione dove i rifugiati politici non riconosciuti dallo stato di Israele sono trattenuti per tempi lunghissimi si trova proprio nel deserto israeliano, ed e conosciuto col nome di Holot, che in lingua ebraica significa sabbia. 
 
 
Roee Rosen 
Artista, regista e scrittore, è stato premiato al Festival del cinema di Venezia del 2010 per Out. Sue personali si sono tenute al Tel Aviv Museum of Art (2016), alla Edith Russ Hause di Oldenburg (2016), all’Institute of International Visual Arts di Londra (2012), all’Ujazdowski Castle Center for Contemporary Art di Varsavia (2011). Ha esposto all’ultima documenta 14, all’AV Festival a Newcastle, a Manifesta 7 nel 2008. Insegna all’Ha Midrasha Art College e alla Bezalel Art Academy, in Israele. 
 
 
 

[chiudi scheda]