Jewel
di Hassan Khan, Egitto 2010, 630'

 

Jewel, 2010, 6’30’’ 

Film 35mm trasferito in video Full HD, sonoro 

musica originale: Hassan Khan con Ahmed Mahamed Abd El Rahman, Shehta Abd El Aziz 

direttore della fotografia: Marwan Saber scenografia Hussein Baydoun 

produttore esecutivo: Nadine Khan luci Hany Zaneyta production manager Mohamed Saad 

arrangiamento: Walid Mostafa, Hassan Khan ingegnere del suono Bassem Shahine 

musica registrata a El Araby Music 

 



Schermo dell'Arte - Archivio Film

Film presentato a Lo Schermo dell'arte Film Festival 2017

L’ispirazione per quest’opera, girata originariamente in 35mm e poi trasferita in video HD, deriva da un veloce momento catturato per strada nel quale due uomini danzavano davanti a un amplificatore dove erano attaccate alcune luci intermittenti. 

All’inizio di Jewel luci misteriose emanano da un pesce che nuota nelle acque profonde di un mare nero. Queste si trasformano in luci artificiali inserite su uno speaker rotante attorno al quale ballano due uomini. La musica che accompagna l’opera, composta dall’artista, non è solo quella che i due personaggi stanno ballando, ma è anche, forse, ciò che essi stessi sono, producono. Spazio di una storia occasionale o mutamento culturale? 


Hassan Khan
 è artista, musicista e scrittore. Vive e lavora al Cairo. Le sue performances si sono tenute nei piu importanti musei, festival musicali e istituzioni quali il Louvre a Parigi, il Guggenheim a New York, l’IN TON AL Music Festival a Malmo, la Whitechapel a Londra e il MaerzMusik Festival a Berlino. Ha pubblicato testi in arabo e in inglese tra i quali Nine Lessons Learned from Sherif El-Azma (Cairo 2009) e Twelve Clues (Mousse Publishing 2016), suo primo romanzo breve shi-fi. 

Nel 2017 ha vinto il Leone d’argento per il miglior artista emergente della 57esima Biennale, dove al Giardino delle Vergini ha esposto l’installazione sonora Composition for a Public Park 2013/2017. Tra le sue piu recenti personali si ricordano quelle del Beirut Art Center (2016), del Museum of Modern Art MMK (Francoforte 2015), del Downtown Contemporary Arts Festival (Cairo 2015), del SALT (Istanbul 2012). Ha partecipato a numerose biennali e mostre internazionali tra le quali la Biennale di Montreal (2016), la Biennale di Sharjah (2015), la Biennale di Liverpool (2014), la Triennale del New Museum di New York (2012) e dOCUMENTA 13 (2012). 



 

[chiudi scheda]