Cy Dear
di Andrea Bettinetti, Italia 2018, 92''
SCENEGGIATURA: Andrea Bettinetti   COLONNA SONORA: Eraldo Bernocchi
FOTOGRAFIA: Pierluigi Laffi   PRODUTTORE: Michele Bongiorno
MONTAGGIO: Giovanna Ferrara   LINGUA: Vo: italiano, inglese; Stitaliano, inglese 
SUONO: Massimo Pozzoli    

Schermo dell'Arte - Archivio Film  Il film rende omaggio ad uno degli artisti americani più prolifici e influenti del XX secolo. Scomparso a Roma nel 2011, Cy Twombly, pittore, illustratore, scultore e fotografo, appartenente alla generazione di Robert Rauschenberg e Jasper Johns, ha vissuto gran parte della sua vita tra gli Stati Uniti e l’Italia e ha influenzato, tra gli altri, artisti quali Jean Michel Basquiat, Anselm Kiefer, Francesco Clemente e Julian Schnabel. Tra gli anni ’50 e ’60, il suo stile del tutto originale, calligrafico, grafitico, a tratti volutamente infantile, simbolico e libero da ogni schema, rappresentò una rottura nel mondo della pittura e dell’arte figurativa in generale. Il film di Andrea Bettinetti racconta le varie fasi della sua vita attraverso immagini di archivio e interviste ad amici, familiari e curatori, tra i quali il compagno di vita e presidente della fondazione Cy Twombly Nicola Del Roscio, il figlio dell’artista Alessandro Twombly e il gallerista Larry Gagosian, dagli anni giovanili trascorsi a Roma, dove conobbe l’artista e sua futura moglie Tatiana Franchetti, ai frequenti viaggi e soggiorni americani a New York e in Virginia, fino agli anni della maturità e della tarda età, svelando una personalità gentile, altruista e poetica. 
 
 
 
Andrea Bettinetti  
 
Si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano prima di iscriversi alla London International Film School in Architecture at the Politecnico di Milano before moving to the London International Film School. Dopo gli studi rimane a Londra dove lavora prima come Art Director e poi come regista di pubblicità e cortometraggi. Una volta tornato in Italia nel 1997, ha lavorato come regista free-lance di pubblicità e video commerciali prima di spostare la sua attenzione sui documentari, che sono diventati, con più di venti film all’ attivo, la sua principale occupazione. I suoi lavori hanno vinto diversi premi e sono stati mostrati a diversi festival.   
 
 
 
Filmografia Selezionata 
 
2018 Zona di guerra: professione contractor   2017  Inseguendo la felicità   2015 Nella terra dei Merli  2014 Lungo la Blue Line 

[chiudi scheda]