Three Works For Piano
di Dani Gal, Germania 2020, 34'
SCENEGGIATURA E MONTAGGIO: Dani Gal   RIPRESE E VOICE OVER: Itay Maron
SUONO: Jochen Jezussek   INTERPRETI: Itay Tiran, Dulcie Smart
PRODUTTORI: Kirberg Motors, Blood Mountain projects, Steirischer herbst 2020   LINGUA: vo: inglese; st: italiano

Schermo dell'Arte - Archivio Film   Presentato allo Schermo dell'arte 2020 

Dani Gal è interessato a sondare il tema della memoria e a ricostruire storie personali e collettive cadute nell’oblio dando vita ad un dialogo con vicende politiche attuali. In Three Works for Piano rimette in scena tre episodi famosi della storia della musica d’avanguardia: l’esecuzione della celebre partizione 4’33’’ di John Cage avvenuta in Israele alla fine degli anni ’70 che fu interrotta da una canzone nazionalista inneggiata dal pubblico in sala, il concerto del compositore radicale George Antheil che a Budapest nel 1923 si presentò davanti al pubblico con una pistola carica, e la prima performance documentata del Wiener Gruppe con la demolizione di un pianoforte nel 1959. Il racconto di questi eventi è alternato con le parole di un soldato israeliano sulla violenza messa in atto nei confronti dei manifestanti palestinesi e il ruolo delle milizie nell’occupazione della West Bank. In tutto il film si percepisce una continua tensione tra testimonianza, silenzio, e ascolto costruendo una riflessione non scontata sulle narrazioni nazionali dominanti.

Dani Gal (Gerusalemme 1975, vive e lavora a Berlino). I suoi film e le sue opere sono stati presentati in musei, centri d’arte, biennali e festival, tra cui: Steirischer Herbst Festival Graz (2020), Centre Pompidou (2018), Documenta 14 (2017), Kunsthalle Vienna (2015), Berlinale Forum Expanded (2014), Biennale di Venezia (2011).

Filmografia selezionata:
Fields of Neutrality, 2019; White City, 2018; Hegemon, 2017; As From Afar, 2013; Night and Fog, 2011.
 
www.dani-gal.com


 

[chiudi scheda]