Birdís Nest: Herzog and De Meuron in China
di Christoph Schaub, Michael Schindhelm, Svizzera 2008, 88'
SCENEGGIATURA: Christoph Schaub, Michael Schindhelm   MUSICA: Peter Bräker
  MONTAGGIO: Marina Wernli
FOTOGRAFIA: Stéphane Kulthy, Matthias Kälin, Christoph Schaub   FORMATO ORIGINALE: digibeta
  PRODUZIONE: T&C Film
SUONO: Martin Witz, Marc von Stürler    

Schermo dell'Arte - Archivio Film
Presentato allo Schermo dell'arte Film Festival 2008

Il documentario racconta il lavoro dei due celebri architetti di Basilea Jacques Herzog e Pierre De Meuron (tra i loro progetti: la Tate Modern di Londra e il De Young Museum di San Francisco) per lo Stadio Olimpico di Pechino e un quartiere della città di Jinhua, il primo in funzione dell’immagine internazionale della Cina, il secondo per soddisfare i bisogni quotidiani della popolazione. Gli architetti, come in tutti i loro progetti, studiano ed esplorano gli ambienti, la cultura e le tradizioni locali, cooperando, in questa occasione, con l’artista cinese Ai Weiwei come “interprete culturale”.
Scopo dei registi è mostrare le contraddizioni emerse nel corso dei quattro anni di lavoro. La stessa particolare forma architettonica che dà allo stadio il proprio soprannome ci fornisce un’efficace immagine della complessa realtà cinese, la più antica cultura del mondo, ma, allo stesso tempo, un’economia mondiale in rapida e aggressiva ascesa.

Christoph Schaub
Christoph Schaub è un regista svizzero, insegnante freelance di video e cinema, membro della Videolanden Zurich e collaboratore della Dschoint Ventschr AG (1988-94). Per l’Expo 2002 è stato direttore artistico dell’esposizione ONOMA.

Michael Schindhelm

Michael Schindhelm ha iniziato la sua carriera presso l’Accademia di Scienze di Berlino Est. Dopo il 1989 è diventato un regista teatrale. Il suo primo film è del 2003; nel 2005 è diventato direttore della Opera Foundation di Berlino. Ha pubblicato molti romanzi e saggi. Vive e lavora a Dubai.

www.tcfilm.ch

[chiudi scheda]