Louise Bourgeois: The Spider, the Mistress and the Tangerine
di Marion Cajori, Amei Wallach, USA 2008, 99'
FOTOGRAFIA: Mead Hunt, Ken Kobland   PRODOTTO DA: Marion Cajori, Amei Wallach
MUSICA: Steve Peters  
MONTAGGIO: Ken Kobland   PRODUTTORI ESECUTIVI: George Griffin, The Art Kaleidoscope Foundation
FORMATO ORIGINALE: HDV  

Schermo dell'Arte - Archivio Film Presentato allo Schermo dell'Arte 2008

Il film è un viaggio all’interno della vita e dell’immaginazione di una icona dell’arte moderna: la poliedrica e visionaria artista Louise Bourgeois. Basato su incontri con il suo assistente, la sua famiglia e l’artista stessa sia nel suo studio di Brooklin che nella sua residenza a Manhattan, il film ci mostra come non ci sia separazione tra la sua vita come artista e i ricordi e le emozioni che segnano la sua esistenza. Sullo schermo, Louise Bourgeois è magnetica, vivace e diretta. La sua arte fatta di disturbanti oggetti e suggestivi materiali è qui riprodotta attraverso un’audace unione di visioni, parole, montaggio e musica. “I do, I undo, I redo” (“Faccio, Disfaccio, Rifaccio”), il nome di un’installazione del 1992, diviene il motto dell’intero film, permettendoci di percepire la tensione e l’energia delle idee e delle emozioni della protagonista. Grazie alla complessa e difficile realizzazione nel corso di ben quindici anni, il film svela le dinamiche di questo affascinante processo artistico in cui i ricordi della Bourgeois vengono personificati dai suoi oggetti e dalle sue installazioni.

Marion Cajori
Marion Cajori era una regista indipendente, fondatrice della Art Kaleidoscope Foundation, nata nel 1990 per produrre ritratti cinematografici di artisti, tra cui il pluripremiato Joan Mitchell: Portait of an Abstract Painter (1993). Poche settimane prima della morte avvevuta nel 2006, ha completato il film Chuck Close, che ha debuttato al Film Forum di New York nel 2007.

Amei Wallach
Amei Wallach è una critica e curatrice d’arte. Per molti anni capo redattrice per il New York Newsday, i suoi articoli sono apparsi anche su importanti riviste come Art in America o ArtNews. Questo è il suo primo film.

www.zeitgeistfilms.com
[chiudi scheda]