La Memoria de las Frutas
di Claudia Claremi, 2016, 4'
Installazione: video 16mm 4’23’’, lavagne luminose, testi. Courtesy l’artista


Schermo dell'Arte - Archivio Film   Presentato allo Schermo dell'arte 2020 
Il film è parte di VISIO - European Programme on Artists’ Moving Images - IX edizione

La Memoria de las Frutas è un progetto sui frutti dimenticati di Porto Rico e in particolare quelli che, non avendo circolazione commerciale, stanno via via scomparendo. Partendo da interviste e conversazioni raccolte direttamente per strada, l’opera indaga la memoria collettiva che emerge da aneddoti e sensazioni legate a questi frutti e alla loro forma. Alberi e frutti sono strettamente legati ai ricordi personali e innescano anche riflessioni sul modello coloniale di dipendenza economica dagli Stati Uniti e sull’impatto tragico dei moderni stili di vita sulla biodiversità. 

Claudia Claremi (1986, CUBA/SPAGNA) attraverso molteplici approcci alle immagini in movimento, il suo lavoro approfondisce il livello soggettivo delle esperienze collettive, esplorando l’immaginario popolare e i ricordi comuni. Regista di El Tiempo, Firefly, Bat e The Woodland, il suo lavoro è stato esposto in istituzioni d’arte tra cui Museo Reina Sofía, Centre for Contemporary Arts Glasgow, Museum of Modern Art of Medellín, nonché in festival cinematografici come Ann Arbor, Raindance, FICGuadalajara, Ji.hlava, Vienna Shorts. Laureata in regia di documentari alla International Film School di San Antonio de los Baños (Cuba) e in Fine Arts alla University of the Arts di Londra (UK), ha partecipato a programmi come P.O.P.S. (Matadero, Madrid), Campus (Latitudes, Barcelona) e La Práctica (Beta Local, Puerto Rico).
 
 

[chiudi scheda]