Gil
di Eva Giolo, 2016, 4’43'

Cortesia dell'artista


Presentato alla mostra VISIO. Moving Images After Post-Internet (2019)
Lavorando su storie personali attraverso strategie documentarie, le opere di Giolo creano finestre su intimi mondi interni. Al centro di questo film-collage c’è la ricerca, da parte dell’artista, del volto di suo fratello gemello, morto senza lasciare nessuna traccia fotografica o filmata. Usando filmati d’archivio e home video, la sua assenza è resa sorprendentemente percepibile attraverso una profusione di immagini. Il film diventa così un ritratto indiretto a conferma di un’esistenza.


[chiudi scheda]