Il progetto

Lo schermo dell’arte Film Festival promuove VISIO. European Workshop on Artists’ Moving Images.

VISIO è strutturato in una serie di seminari e incontri dedicati ad approfondire la visione e le tematiche degli artisti che utilizzano il cinema nella loro pratica artistica.
VISIO intende favorire lo sviluppo di un network europeo tra artisti e professionisti che lavorano con le moving images, promuovendo il confronto e la mobilità internazionale di giovani creativi.

Il Workshop si tiene a Firenze nell’ambito della 5° edizione de Lo schermo dell’arte Film Festival, dal 21 al 25 novembre 2012, ed è rivolto a 15 giovani artisti italiani ed europei che lavorano con le immagini in movimento. I partecipanti saranno selezionati attraverso una open call e in collaborazione con alcune delle più importanti accademie e scuole d’arte europee. 

La commissione di selezione dei partecipanti è composta da Leonardo Bigazzi, curatore progetto VISIO, Silvia Lucchesi, direttrice Lo schermo dell’arte e Heinz Peter Schwerfel, direttore Kino der Kunst.

Tra i partecipanti al Workshop saranno selezionati due artisti per il Young Talents Award del Festival Kino der Kunst di Monaco di Baviera (24-28 Aprile 2013). Gli artisti invitati avranno l’occasione di presentare un proprio progetto ad una giuria internazionale che assegnerà un Premio di 10.000 euro in attrezzature messe a disposizione da ARRI, il più importante produttore e distributore mondiale di apparecchiature cinematografiche.

___
Photo: Isaac Julien, The Leopard I 2007
Installation view, Nuit Blanche, Cour de L’hôtel de Ville, Paris
Single-screen installation, super 16mm colour film, transferred to High Definition, sound, 19’ 51”
Courtesy of the artist and Victoria Miro Gallery, London
Photograph: Martin Argyroglo

Struttura

VISIO – European Workshop on Artists’ Cinema è strutturato in tre momenti:

1. Festival
I partecipanti sono invitati a seguire tutte le proiezioni, gli incontri e le lectures del programma ufficiale del Festival intervenendo attivamente nelle discussioni. Le tematiche affrontate saranno poi approfondite e sviluppate durante i seminari e le conversazioni con i curatori e gli artisti ospiti del Festival. In questa edizione saranno proiettati i lavori di vari artisti internazionali tra cui: Isaac Julien, The Otolith Group, Gillian Wearing and Melik Ohanian.

2. Seminari
Sarà organizzato un ciclo di 3 seminari tenuti da artisti e curatori ospiti del Festival che discuteranno con i partecipanti alcuni aspetti della loro pratica artistica e della loro metodologia di ricerca. I seminari, della durata di due ore, saranno strutturati in modo da prevedere anche momenti di dialogo e condivisione della propria esperienza tra i professionisti e i partecipanti.I tre seminari saranno tenuti da:

Isaac Julien
Artista e filmmaker, tra i suoi primi lavori Young Soul Rebels premiato a Cannes nel 1991 alla Semaine de la Critique. Julien è stato nominato per il Turner Prize nel 2001 e ha ricevuto nel 2008 il Performa Award, nel 2001 il prestigioso Eugene McDermott in the Arts e nel 2002 il Frameline Lifetime Achievement Award. Il suo Paradise Omeros è stato presentato a Documenta 11, Kassel nel 2002, e nel 2003 Baltimore ha vinto il Grand Jury Prize alla Kunstfilm Biennale di Cologne. Isaac Julien è stato visiting lecturer ad Harvard presso la University’s Schools of Afro-American and Visual Environmental Studies e Faculty Member del Independent Study Program al Whitney Museum of American Arts. E’ stato anche ricercatore al Goldsmiths College, University of London, ed è professore di Media Art presso la Staatliche Hochschule für Gestaltung Karlsruhe, in Germania. Julien ha esposto il suo lavoro in musei e collezioni private in tutto il mondo, tra cui la Tate Gallery; il Museum of Modern Art  ed il Guggenheim Museum di New York; il Centre Pompidou; l’Hirshhorn Museum di Washington e il Brandhorst Museum di Monaco. 

Mark Nash
Curatore, storico del cinema e filmmaker, Mark Nash è un esperto di cinema d’artista e cinema d’avanguardia. Nash è stato co-curatore di Documenta 11 (2002) e curatore della sezione cinematografica della Biennale di Berlino (2004). E’ stato Director of Fine Art Research del Central Saint Martins College of Art & Design e anche Senior Lecturer in Film History and Theory presso la University of East London e Visiting Lecturer del Whitney Museum Independent Study Programme a New York. Ha insegnato inoltre in numerose Istituzioni americane come Harvard, NYU e UC Santa Cruz, e ha collaborato con l’Università Napoli Orientale nel Dipartimento di Studi Anglo Americani, con la Central Academy of Fine Arts di Beijing nel Dipartimento di studi curatoriali e con la Jagellonian University di Cracovia sempre nel Dipartimento di studi curatoriali. Mark Nash è Professore e Direttore del Curating Contemporary Art Program presso il Royal College of Art di Londra. Il 2 Novembre 2012, allo ZKM di Karlsruhe, inaugura One Sixth of the Earth ultima mostra curata da Nash sugli artisti che lavorano con le moving images.

Heinz Peter Schwerfel
Critico d’arte, curatore e regista, Heinz Peter Schwerfel lavora sulle relazioni tra arte e cinema sin dagli anni Ottanta. Fondatore e direttore artistico della KunstfilmBiennale di Colonia (2002-2009), festival dedicato al cinema d’artista, ha inoltre prodotto e diretto numerosi documentari su artisti di fama internazionale come Christian Boltanski, Anish Kapoor and Bruce Nauman. Su questo tema, oltre a numerosi articoli, ha pubblicato il libro ‘Kino und Kunst’ (DuMont Verlag, Colonia 2003). Nel 2012 ha fondato il Festival “Kino der Kunst” a Monaco, di cui è il direttore artistico. [/box]

3. Conversation room
In questo spazio i partecipanti potranno confrontarsi tutti i giorni, durante incontri individuali di 30 minuti, con artisti, curatori, critici, produttori e direttori di istituzioni internazionali ospiti del Festival. Una giornata sarà inoltre dedicata ai curatori e direttori delle istituzioni del territorio toscano che si occupano di arte contemporanea. Dalla presentazione del proprio portfolio a una semplice conversazione, questi momenti sono pensati come un’occasione di confronto e di scambio per favorire la crescita professionale dei partecipanti ed estendere il loro network di contatti internazionali.

  I partecipanti a questa edizione  

VISIO. European Programme on Artists’ Moving Images  I edizione

a cura di Leonardo Bigazzi

promosso e organizzato da
Lo schermo dell’arte Film Festival

pn collaborazione con
Festival Kino der Kunst

Con il sostegno di

  • Regione Toscana
  • Ente Cassa di Risparmio di Firenze/Osservatorio per le Arti Contemporanee
  • Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia
  • FST-Mediateca Toscana
  • Deutsches Institut Florenz
  • Institut français Firenze
  • Opinion Ciatti

La selezione dei partecipanti è realizzata in partnership con

  • Academy of Media Arts Cologne
  • Accademia di Belle Arti di Brera, Milano
  • Accademia di Belle Arti di Firenze
  • Akademie der Bildenden Künste München
  • École Nationale supérieure des Arts Décoratifs, Parigi
  • LE FRESNOY Studio national des arts contemporains, Tourcoing Cedex
  • Piet Zwart Institute MFA, Rotterdam
  • Royal College of Art, Londra
  • Royal Danish Academy of Fine Arts, Copenaghen
  • Zurich University of The Arts