Lo schermo dell’arte promuove l’undicesima edizione di VISIO-European Programme on Artists’ Moving Images, un progetto di ricerca, residenza e produzione dedicato ad artisti che utilizzano le immagini in movimento nella loro pratica artistica.

Il progetto, ideato e curato da Leonardo Bigazzi, si tiene a Firenze nell’ambito della XV edizione dello Schermo dell’arte – Festival di cinema e arte contemporanea, dal 15 al 20 novembre 2022, ed è rivolto a giovani artisti italiani ed europei che lavorano con le immagini in movimento. Gli 8 partecipanti saranno selezionati attraverso una open call e in collaborazione con alcune delle più importanti accademie, scuole d’arte e residenze per artisti europee. Le candidature dovranno essere inviate entro venerdì 9 settembre 2022.

Dopo 10 anni VISIO si sviluppa ulteriormente introducendo il VISIO Production Fund, un fondo di produzione del valore di 40.000 euro realizzato in partnership con Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci (Prato), Fondazione In Between Art Film (Roma), FRAC Bretagne (Rennes) e Seven Gravity Collection.

Gli 8 artisti selezionati saranno invitati a Firenze e avranno l’opportunità di sviluppare un proprio progetto originale in dialogo con curatori e produttori internazionali. La condivisione e lo scambio tra i partecipanti e i professionisti del settore sono facilitati da un programma intensivo di sessioni di mentoring, tavole rotonde e incontri individuali. I fondi saranno infine assegnati a 4 artisti vincitori che lavoreranno con Leonardo Bigazzi, e il team de Lo schermo dell’arte, per produrre le opere e presentarle in anteprima al Festival nel 2023. Un’edizione d’artista di ciascuna delle opere prodotte entrerà a far parte della collezione permanente delle quattro istituzioni partner del progetto, che s’impegnano a promuoverle ed esporle negli anni successivi.

L’apertura di questo nuovo corso sarà accompagnata anche dall’uscita della pubblicazione dedicata ai primi dieci anni di VISIO. Il libro ripercorre la storia del progetto e promuove la ricerca dei 128 artisti che hanno preso parte al programma e alle mostre organizzate tra il 2012 e il 2021. Il volume intende indagare alcuni dei temi fondamentali che animano oggi il dibattito internazionale nel campo delle immagini in movimento attraverso testi commissionati per l’occasione e conversazioni con artisti, curatori, ricercatori, collezionisti e produttori coinvolti in questi anni nel progetto.

Struttura

VISIO – European Programme on Artists’ Moving Images è strutturato in quattro sezioni:

1. Mentoring Sessions
Saranno organizzate sessioni critiche e incontri individuali che hanno come obiettivo lo sviluppo dei singoli progetti presentati dagli artisti partecipanti. I curatori invitati avranno modo di studiare a fondo le proposte prima dell’inizio del programma discutendo poi con gli artisti i vari aspetti delle produzioni. Le mentori di questa edizione sono:  Sophie Cavoulacos, curatore associato, MoMA (New York) e Valentine Umansky, curatore Tate Modern (Londra).
In queste sessioni gli artisti incontreranno anche i rappresentanti delle istituzioni partner del progetto con cui i film vincitori saranno co-prodotti: Diego Bergamaschi, collezionista Seven Gravity Collection; Etienne Bernard, direttore FRAC Bretagne (Rennes); Stefano Collicelli Cagol, direttore Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci (Prato); Alessandro Rabottini, direttore artistico Fondazione In Between Art Film (Roma).

2. Conversation Room
In questo spazio i partecipanti potranno confrontarsi, durante tavole rotonde e incontri individuali di 40 minuti, con artisti, curatori, critici, produttori e direttori di istituzioni internazionali ospiti del Festival. Dalla presentazione del proprio portfolio a una semplice conversazione, questi momenti sono pensati come un’occasione di confronto e di scambio per favorire la crescita professionale dei partecipanti ed estendere il loro network di contatti internazionali. Tra gli ospiti confermati: Rosa Barba, Eric Baudelaire, Erika Balsom e Andrea Lissoni.

3.  Festival
I partecipanti sono invitati a seguire le proiezioni, gli incontri e le lectures del programma della XV edizione dello Schermo dell’arte – festival di cinema e arte contemporanea. In questa edizione del Festival saranno proiettati i lavori di vari artisti internazionali tra i quali: Rosa Barba, Eric Baudelaire, Giorgio Andreotta Calò e Andres Serrano.

4. Piattaforma Online in collaborazione con MYmovies
Un’opera di ciascuno dei partecipanti al progetto sarà presentata online, dal 16 al 27 novembre 2022, sulla piattaforma del Festival.  Nell’edizione del 2021 la piattaforma ha ottenuto quasi 12000 visualizzazioni.

1. Regolamento

Gli artisti sono invitati a presentare il progetto per un’opera video originale ancora nelle prime fasi di sviluppo. Non vi sono limitazioni di durata e/o formato dell’opera proposta (monocanali, installazioni multicanali, VR, augmented reality ecc.). Sono ammesse co-produzioni con musei, festival, società di produzione o altre istituzioni internazionali.

Attraverso l’open call Leonardo Bigazzi selezionerà 8 artisti che verranno invitati a Firenze dal 15 – 20 novembre 2022 a sviluppare i propri progetti con il team di VISIO. Dopo la settimana di residenza i partecipanti avranno fino al 5 Dicembre 2022 per rielaborare le proposte sulla base dei consigli ricevuti durante gli incontri.

I 4 progetti vincitori riceveranno 10.000 euro ciascuno e saranno selezionati entro il 16 dicembre 2022 da Leonardo Bigazzi in dialogo con i partner istituzionali che co-produrranno le opere: Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci (Prato), Fondazione In Between Art Film (Roma), FRAC Bretagne (Rennes) e Seven Gravity Collection. Un’edizione d’artista dell’opera prodotta entrerà a far parte della collezione permanente dell’istituzione co-produttrice.

Il curatore e il team dello Schermo dell’arte lavoreranno a stretto contatto con gli artisti vincitori offrendogli tutto il supporto produttivo necessario fino alla realizzazione dell’opera che dovrà essere conclusa e consegnata con sottotitoli in inglese entro il 1 ottobre 2023.

Le opere vincitrici saranno presentate in anteprima allo Schermo dell’arte nel 2023.

2. Selezione dei partecipanti

Sono ammessi alla selezione giovani artisti che:

  • utilizzano il video come medium privilegiato nella loro pratica artistica
  • non hanno superato i 35 anni d’età (nati nel 1987 o successivi)
  • sono cittadini o residenti in uno dei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa + Kosovo (lista completa)
  • sono in possesso di un diploma universitario (M.A. o equivalente) o hanno avuto almeno una mostra personale negli ultimi due anni
  • hanno un’ottima conoscenza della lingua inglese

3. Documentazione richiesta e scadenze

Il modulo di partecipazione è scaricabile qui

Tutta la documentazione dovrà essere inviata in lingua inglese. Oltre al Modulo di partecipazione sarà inoltre necessario inoltrare i seguenti file:

  •  Budget di produzione (Allegato A)
  • Curriculum vitae completo (PDF)
  • Portfolio completo di link ai video già realizzati
  • Foto dell’artista con risoluzione di almeno 300 dpi (formato JPG o TIFF)

Allegati facoltativi:

  •  Lettere di partner istituzionali (musei, festival, ecc.), produttori e/o finanziatori coinvolti
  • Moodboard, immagini e altri supporti visivi
  • Link a estratti video collegati all’opera presentata (materiali di ricerca, parti già girate etc.)

Il budget di produzione (Allegato A) consiste in un piano dettagliato dei costi per la realizzazione dell’opera. Nel caso in cui il budget di produzione superi l’importo del VISIO Production Fund (10.000 euro), devono essere indicati e documentati i contributi economici di altri partner o coproduttori.

Le candidature dovranno essere inviate a Beatrice Galluzzo all’indirizzo visio@schermodellarte.org entro e non oltre venerdì 9 settembre 2022 alle ore 23:00.

Gli 8 artisti selezionati saranno contattati via e-mail entro il 3 ottobre 2022.

L’apertura ufficiale dei lavori avrà luogo alle ore 18.00 di martedì 15 novembre e si concluderà alle 23.30 di domenica 20 novembre. I partecipanti sono tenuti a seguire tutti gli incontri per l’intera durata del programma.

Tutti gli incontri saranno tenuti in lingua inglese.

4. Gli 8 artisti selezionati riceveranno:

  • Pass per seguire il programma del Festival (proiezioni e lectures)
  • Partecipazione a tutte le sezioni del Programma
  • Alloggio in Hotel per 6 notti (15-20 novembre | check out 21 novembre)

Non sono previsti rimborsi per i viaggi/trasporti per e da Firenze.

COVID-19

VISIO è un progetto che si fonda sulla costruzione di un’esperienza collettiva di condivisione generata da una comunità aperta di artisti, curatori e collezionisti. Per questo crediamo fortemente nella necessità di fare tutto il possibile perché il programma garantisca in sicurezza la presenza degli artisti e degli ospiti a Firenze. Siamo tuttavia consapevoli delle difficoltà e delle incertezze dovute alla situazione sanitaria globale, e della precarietà generata dalla pandemia di COVID-19. Nel caso fosse già sicura al momento della selezione l’impossibilità per un artista di essere presente, o il viaggio fosse successivamente annullato per cause inderogabili, la partecipazione a tutte le sezioni del programma sarà comunque garantita in streaming.

VISIO. European Programme on Artists’ Moving Images – XI edizione

promosso e prodotto dallo Schermo dell’arte

a cura di Leonardo Bigazzi

in collaborazione con:

  • Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (Prato)
  • Fondazione In Between Art Film (Roma)
  • Fondazione Palazzo Strozzi (Firenze)
  • FRAC Bretagne (Rennes
  • Seven Gravity Collection

Photo Credits: Roman Khimei e Yarema Malashchuk, Dedicated to the youth of the world II (2019)

La selezione dei partecipanti è realizzata in partnership con:

  • Accademia di Belle Arti di Brera
  • Art House (Scutari)
  • AV-arkki – The Centre for Finnish Media Art (Helsinki)
  • Careof (Milano)
  • Centro de Residencias Artísticas, Matadero Madrid
  • De Ateliers (Amsterdam)
  • Gasworks (Londra)
  • Künstlerhaus Bethanien (Berlino)
  • La Casa Encendida (Madrid)
  • Le Fresnoy-Studio national des arts contemporains (Tourcoing)
  • Rijksakademie van beeldende kunsten (Amsterdam)
  • Royal College of Art (Londra)
  • Royal Institute of Art (Stoccolma)
  • Städelschule (Francoforte)
  • WIELS, Contemporary Art Centre (Bruxelles)

Lo schermo dell’arte 2022 è realizzato con il contributo di
Regione Toscana e Comune di Firenze

main supporter
Fondazione CR Firenze

con il sostegno di
Fondazione Sistema Toscana/La Compagnia 
Institut français Italia

in collaborazione con

  • Fondazione In Between Art Film
  • Fondazione Palazzo Strozzi
  • Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci
  • FRAC Bretagne
  • Seven Gravity Collection
  • Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni
  • MYmovies
  • Accademia di Belle Arti di Firenze

Main Sponsor
Gucci

Sponsor
B&C Speakers
Findomestic
Unicoop Firenze