Lo schermo dell’arte Film Festival: Notti di mezza estate
II edizione

4, 11, 18, 25 luglio 2011
Le Murate / Firenze, piazza delle Murate
Dalle ore 21.00.

Tutti i film sono in versione originale sottotitolati in italiano e saranno proiettati con audio in cuffia.

Un programma di film d’artista e documentari dedicati alle arti contemporanee a cura di Leonardo Bigazzi.
Alla sua seconda edizione, dopo aver fatto registrare l’estate scorsa il tutto esaurito all’Altana della Biblioteca delle Oblate (29 Giugno – 2 Luglio 2010), la rassegna si sposta quest’anno alle Murate proseguendo l’importante percorso di collaborazione tra Lo schermo dell’arte e il Comune di Firenze dopo il successo della VideoLibrary ad EX3, Centro per l’Arte Contemporanea di Firenze (30 gennaio / 21 aprile 2011).

Saranno riproposti, come sollecitato più volte dal nostro pubblico, alcuni dei film delle passate edizioni del festival autunnale che si tiene ogni anno al Cinema Odeon. Tutti i film sono in versione originale sottotitolati in italiano. Il programma prevede anche quest’anno incontri con curatori ed esperti di arte contemporanea per approfondire i temi trattati nella rassegna e rispondere alle domande del pubblico.

Il progetto è realizzato in collaborazione con FST-Mediateca Toscana Film Commission.

Introduzione di Fabio e Paolo Gori, Collezione Gori, Celle

The Gates. Christo e Jeanne Claude
di Antonio Ferrera e Albert Maysles, Stati Uniti, 2007, 95’
Nel febbraio del 2005 il Central Park di New York diventa lo scenario dell’ultima opera realizzata da Christo e Jeanne-Claude: The Gates, 7500 cancelli color zafferano installati lungo i sentieri del parco ne mutano per 16 giorni fisionomia e atmosfera. Come nelle altre installazioni di grandi dimensioni di Christo e Jeanne-Claude, le difficoltà tecniche e burocratiche e soprattutto le divergenti opinioni dei residenti sono parti integranti del lavoro artistico. L’opera esiste in una dimensione sociale, stratificata in più livelli. Nel caso di The Gates i modi in cui le persone si relazionano alla nuova conformazione del parco, ne costituiscono il senso più profondo e essenzialmente umano. Il film è stato presentato a Firenze nel 2007 in occasione del 48° Festival dei Popoli.

Introduzione di Silvia Lucchesi, direttore Lo schermo dell’arte

Lobbyists
di Libia Castro & Ólafur Ólafsson, 2009, 19’
Tra le opere vincitrici del Prix de Rome 2009, il video, girato tra Bruxelles e Strasburgo, esplora l’attività dei “lobbisti” volta ad indirizzare l’attività legislativa del Parlamento Europeo. Protagonisti del Padiglione dell’Islanda alla Biennale di Venezia, Castro & Ólafsson hanno unito in questo film, che è un vero e proprio documentario, lo studio di fonti storiche a interviste e filmati attuali. Straordinario l’uso della colonna sonora con un testo originale del reporter Tamasin Cave, recitato dall’attrice inglese Caroline Dalton ed eseguito dal gruppo reggae islandese Hjálmar.

The Anarchist Banker
di Jan Peter Hammer, 2010, 29′
Basato su un racconto scritto nel 1922 da Fernando Pessoa, il film ne rivisita la trama e i dialoghi in chiave contemporanea. In seguito al crollo finanziario del 2008, un noto banchiere americano e l’anchorman di un fittizio talk-show televisivo si confrontano in un sottile agone logico e psicologico teso a indagare, attraverso la figura del banchiere, se e come sia possibile conciliare anarchismo e libero mercato.

Le ceneri di Pasolini
di Alfredo Jaar, 2009, 38’

Introduzione di Massimo Agus, docente di Storia e Tecnica della Fotografia, Università degli Studi di Siena

The Woodmans
di C. Scott Willis, Stati Uniti, 2010, 82’
Premiato nel 2010 con il Best New York Documentary al Tribeca Film Festival, The Woodmans si snoda attorno all’opera e alla personalità della fotografa Francesca Woodman e alla storia della sua famiglia di artisti. C. Scott Willis ricostruisce il profilo dell’artista, scomparsa a soli 22 anni, alternando filmati, fotografie e preziosi estratti del suo diario alle interviste con la madre Betty, il padre George e il fratello Charles.

Introduzione di Jacopo Antolini, responsabile Dipartimento di arte moderna e contemporanea Pandolfini Casa d’Aste di Firenze

Chine, Empire de l’Art?
di Emma Tassy e Sheng Zhimin, Francia, 2009, 52’
Nel corso dell’ultimo ventennio il panorama artistico cinese ha vissuto profonde trasformazioni. I suoi artisti hanno raggiunto grande notorietà e le loro opere altissime quotazioni. Il film ripercorre le tappe fondamentali di questa ascesa, analizzandone le dinamiche storiche, economiche e culturali con uno sguardo particolarmente attento ai protagonisti della scena underground emersi tra gli anni Ottanta e Novanta,  all’identità degli artisti attuali e alle prospettive delle nuove generazioni.

Cultivating the Desert. Instant Culture in an Arabian Wonderland
di Michael Krass, Paesi Bassi, 2007, 52’
Attraverso i ritratti di diversi professionisti, locali e stranieri, il film offre uno sguardo sull’emergente scenario medio – orientale di Dubai, interrogandosi sulle potenzialità dell’arte e sul suo ruolo nel contesto di una realtà tanto vivace quanto contraddittoria.