Skip to content

Scarica la nostra APP per votare questo film o aggiungerlo alla tua wishlist!

APP disponibile gratuitamente per iOS e Android su App Store e Google Play

A Vendredi, Robinson

di Mitra Farahani
Francia 2022, 96′
Presentato alla 15° edizione dello Schermo dell’arte, 2022
SCENEGGIATURA: Mitra Farahani
FOTOGRAFIA: Daniel Zafer, Fabrice Aragno
MONTAGGIO: Yannick Kergoat, Mitra Farahani, Fabrice Aragno
PRODUTTORE: Mitra Farahani
LINGUA: Persiano, Francese, Inglese
L’ultimo lungometraggio dell’artista iraniana Mitra Farahani è il risultato di un lavoro durato più di sette anni e mette in scena un dialogo a distanza tra due grandi maestri del cinema: Ebrahim Golestan e Jean-Luc Godard. Golestan, regista di spicco della new wave iraniana, e Jean-Luc Godard non si sono mai incontrati. Grazie a Mitra Farahani iniziano una corrispondenza: “Ebrahim può mandarmi una lettera questo venerdì e gli risponderò venerdì prossimo. Allora, ci vediamo venerdì, Robinson!”, propone Godard. Dal grande castello inglese nel quale abita Golestan allo spazio intimo della casa di Godard a Rolle, in Svizzera, il film segue gli scambi tra questi due uomini anziani ed isolati che si scrivono grazie ad una connessione internet. A Godard, con i suoi messaggi composti da formule oscure e montaggi di immagini enigmatiche, risponde Golestan con una lucida saggezza fatta di argomentazioni su più pagine. Per tutto il film sembra difficile trovare un linguaggio comune tra i due registi, e invece di registrare passivamente questi scambi, A vendredi, Robinson li trasforma in un interessante materiale cinematografico. Tra citazioni letterarie e filmiche, l’occhio di Farahani ci conduce nella visione poetica dei due autori riuscendo ad intrecciare una sottile trama tra due pensieri molto distanti ma che convergono in una simile visione assoluta del connubio tra arte e vita.
Mitra Farahani (Teheran, 1975, vive e lavora tra Roma e Parigi) è artista, filmmaker e produttrice. I suoi lavori sono stati esposti a: Tabakalera, San Sebastian (2016); Musée d’Art moderne de la Ville de Paris (2014); MAXXI, Roma (2014). I suoi film sono stati presentati presso i maggiori festival internazionali, tra i quali Berlinale; CPH:DOX; Visions du Réel. Nel 2018 ha co-prodotto The Image Book di Jean-Luc Godard, vincitore della Palma d’Oro a Cannes.
Filmografia selezionata
2012 Fifi hurle de joie; 2011 Juste une femme; 2007 Behjat Sadr: le Temps suspendu; 2004 Tabous – Zohre & Manouchehr