Palazzo Grassi invita Lo schermo dell’arte
XI EDIZIONE

Siamo lieti di rinnovare la collaborazione consolidata con Il Teatrino di Palazzo Grassi con una selezione di film dal programma dell’edizione 2023, curata appositamente per il pubblico veneziano.  

Sono in programma quattro serate con documentari sui protagonisti del mondo dell’arte e film d’artista. Il primo appuntamento vedrà una non-academic lecture dell’artista libanese Rabih Mroué. 

Teatrino di Palazzo Grassi

San Marco 3260 – Venezia
Vaporetto: San Samuele (L.2), Sant’Angelo (L.1)
palazzograssi.it 

Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Giovedì 4 aprile, dalle 18

di Rabih Mroué, non-academic lecture, 2012, 60’,  st: italiano

di Fiona Tan, Paesi Bassi, 2013, 102′, vo: inglese; st: italiano

Venerdì 5 aprile, dalle 18

di Amie Siegel, Stati Uniti, Regno Unito, sonoro, 82′

di Basma al-Sharif, Egitto, Italia, Germania, 17′, vo: italiano, arabo, francese; st: inglese, italiano

di Wang Bing, Francia, Stati Uniti, Regno Unito, 2023, 60′, vo: cinese; st: inglese, italiano

Sabato 6 aprile, dalle 17

di Sarah Vos, Paesi Bassi, 2022, 90′, vo: olandese; st: inglese, italiano

di John Menick, Stati Uniti, 2023, 15′, vo: inglese; st: italiano

di Amanda Kim, Stati Uniti, 2023, 109′, vo: inglese, tedesco, coreano; st: italiano

Domenica 7 aprile, dalle 17

di Domenico Palma, Italia, 2023, 54′, vo: italiano; st: inglese

di Elettra Fiumi, Svizzera, Italia, 2022, 91′, vo: inglese, italiano; st: inglese

di Jennifer Lane, Stati Uniti, 2022, 94′, vo: inglese; st: italiano

Palazzo Grassi invita Lo schermo dell’arte
III edizione

Il Teatrino di Palazzo Grassi ospita una selezione di film presentati durante l’edizione 2015 del festival

Venezia, 10-13 marzo 2016
Teatrino di Palazzo Grassi
San Marco 3260 – Venezia
Vaporetto: San Samuele (L.2), Sant’Angelo (L.1)
palazzograssi.it

Tutti i film sono sottotitolati in italiano
Ingresso libero fino a esaurimento posti

10-13 marzo 2016

di Pierre Huyghe, Francia, 2014, 19′

di Sarah Vanagt e Katrien Vanagt, Belgio, 2015, 18′

di Flatform, Italia, 2015, 8’
Alla presenza del collettivo Flatform

di Angelo A. Lüdin, Svizzera, 2015, 94’

11 marzo

di Maciej Sobieszczanski e Lukasz Ronduda, Polonia, 2015, 63’

di Rä di Martino, Italia, 2014, 30′
Alla presenza di Rä di Martino

di James Crump, Stati Uniti, 2015, 72′

12 marzo

di DAAR, Palestina, 2011, 14′

di Harun Farocki, Germania, 2014, 45′
Alla presenza di Antje Ehmann, regista e collaboratrice di Harun Farocki

di Alexandria Bombach e Mo Scarpel, Afghanistan/Stati Uniti, 2015, 85′

13 marzo

di Maurizius Staerkle Drux, Germania/Svizzera, 2014, 87’

di Pippa Bianco, Stati Uniti, 2014, 5′ 26″

di Lisa Immordino Vreeland, Stati Uniti, 2015, 90′
Alla presenza di Philip Rylands, Direttore della Collezione Peggy Guggenheim

Palazzo Grassi invita Lo schermo dell’arte
I edizione

Il Teatrino di Palazzo Grassi ospita una selezione dei lavori presentati durante l’edizione 2013 del festival

Venezia, 6-9 marzo 2014
Teatrino di Palazzo Grassi
San Marco 3260 – Venezia
Vaporetto: San Samuele (L.2), Sant’Angelo (L.1)
palazzograssi.it

Tutti i film sono sottotitolati in italiano
Ingresso libero fino a esaurimento posti

6 marzo

di Mitra Farahani – USA/Francia, 2012, 96′
lingua: farsi; sottotitoli: inglese, italiano.
Alla presenza della regista

7 marzo

di Chris Teerink – Paesi Bassi, 2012, 72′
lingua: inglese, olandese, italiano; sottotitoli: inglese,italiano.
Alla presenza del regista

di Juan Carlos Martìn – Messico, 2013, 75′
lingue: spagnolo, inglese, francese;
sottotitoli: inglese, italiano

di Simon Starling – Regno Unito, 2012, 28′
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

8 marzo

di Alain Fleischer – Francia, 2013, 26′
lingua: francese; sottotitoli: italiano

di Marco Del Fiol – Brasile, 2011, 27′
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Jane e Louise Wilson – Regno Unito, 2012, 21′
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Deimantas Narkevičius – 45′
lingua: lituano, russo, polacco; sottotitoli: inglese, italiano.
Alla presenza dell’artista

9 marzo

di Yuko Nakamura – Giappone, 2011, 85′
lingua: giapponese, inglese; sottotitoli: inglese, italiano

Palazzo Grassi invita Lo schermo dell’arte
II edizione

Il Teatrino di Palazzo Grassi ospita una selezione di film presentati durante l’edizione 2014 del festival

Venezia, 5-8 marzo 2015
Teatrino di Palazzo Grassi
San Marco 3260 – Venezia
Vaporetto: San Samuele (L.2), Sant’Angelo (L.1)
palazzograssi.it

Tutti i film sono sottotitolati in italiano
Ingresso libero fino a esaurimento posti

5 marzo

di Pascal Goblot, Francia, 2014, 53′
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Liam Gillick, Regno Unito, 2014, 28’
lingua: inglese

di Doug Pray, Stati Uniti, 2013, 88’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

6 marzo

di Amie Siegel , Stati Uniti, 2013, 40 e 6′

di Cherica Convents, Belgio, 2012, 30’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Iwan Schumacher, Svizzera, 2014, 86’
lingua: svizzero/tedesco, inglese, cinese, francese; sottotitoli: inglese, italiano

7 marzo

di Phillip Warnell, Regno Unito, Belgio, Stati Uniti, 2014, 71’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Barbara Makkinga, Paesi Bassi, 2012, 15’
lingua: olandese; sottotitoli: inglese, italiano

di Zachary Heinzerling, Stati Uniti, 2013, 82’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

8 marzo

di Maria Anna Tappeiner, Germania, 2014, 54’
lingua: tedesco; sottotitoli: italiano

di Invader, Francia, 2012, 24’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Daniela Schmidt-Langels, Germania, Francia, Svizzera, Paesi Bassi, Svezia, 2013, 56’
lingua: tedesco, inglese; sottotitoli: italiano

di Grit Lederer, Germania, 2014, 52’
lingua: tedesco, inglese, cinese; sottotitoli: italiano

Palazzo Grassi invita Lo schermo dell’arte
IV edizione

Il Teatrino di Palazzo Grassi ospita una selezione di film presentati durante l’edizione 2016 del festival

Venezia, 2 – 5 marzo 2017
Teatrino di Palazzo Grassi
San Marco 3260 – Venezia
Vaporetto: San Samuele (L.2), Sant’Angelo (L.1)
palazzograssi.it

Tutti i film sono sottotitolati in italiano
Ingresso libero fino a esaurimento posti

2 marzo

di Marcie Begleiter, Stati Uniti, Germania, 2016, 108’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Gabriel Abrantes, Francia, Portogallo, Regno Unito, 2016, 7’

di Joana Hadjithomas & Khalil Joreige, Libano, Francia, Emirati Arabi Uniti, 2016, 50’
lingua: francese; sottotitoli: inglese, italiano
Presentazione del film alla presenza di Khalil Joreige

3 marzo

di Randall Wright, Regno Unito, 2014, 112’
lingua:inglese; sottotitoli: italiano

di Pierre Bismuth, Francia, Germania, Belgio, Italia, 2016, 93’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

4 marzo

di Manuel Correa, Norvegia, Colombia, Canada, 2015, 58’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

di Luca Trevisani, Italia, 2016, sonoro, 15’
Presentazione del film alla presenza di Luca Trevisani

di Omer Fast, Regno Unito, 2015, 97’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano
Presentazione del film alla presenza di Omer Fast

5 marzo

di Michael Schindhelm, Svizzera, Cina, Germania, 2016, 93’
lingua: tedesco, cinese, inglese; sottotitoli: inglese, italiano

di Laura Israel, USA, 2015, 82’
lingua: inglese; sottotitoli: italiano

Palazzo Grassi invita Lo schermo dell’arte
V edizione

Per il quinto anno consecutivo, il Teatrino di Palazzo Grassi ospita una selezione di film presentati durante l’edizione 2017 del Festival, dal 14 al 18 marzo 2018.

Venezia, 14 – 18 marzo 2018
Teatrino di Palazzo Grassi
San Marco 3260 – Venezia
Vaporetto: San Samuele (L.2), Sant’Angelo (L.1)
palazzograssi.it

Tutti i film sono sottotitolati in italiano
Ingresso libero fino a esaurimento posti

14 marzo

di Julian Rosefeldt, Germania, Australia 2017, 95′
lingua: inglese; sottotitoli: italiano
a seguire
Angela Vettese, storica dell’arte, in conversazione con Silvia Lucchesi

15 marzo

di William E. Jones, Stati Uniti, 2017, 30′
vo: inglese; st: italiano

di Sasha Pirker, Austria, Stati Uniti, 2016, 3’30”
vo: inglese; st: italiano

di Roee Rosen, Israele, 2016, 23′
vo: russo, inglese, ebraico, tedesco; st: italiano

di Gilad Baram, Repubblica Ceca, Israele, Germania, 2015, 71’
vo: inglese; st: italiano

16 marzo

di Adrian Paci, 2017, Italia, 17′ 28”
alla presenza di Adrian Paci

di Hiwa K, Grecia, 2017, 17′ 40”
vo: inglese; st: italiano

di Andres Veiel, 2017, Germania, 107’
vo: tedesco, inglese; st: inglese, italiano

17 marzo

di Heinz Peter Schwerfel, Francia, 2015, 25′
vo: tedesco, francese; st: italiano

di Heinz Peter Schwerfel, Francia, 2016, 26′
vo: spagnolo, tedesco; st: italiano

di Jeremy Deller e Cecilia Bengolea, Regno Unito, 2016, 12′ 30”
vo: inglese; st: italiano

di Yuri Ancarani, Italia, 30′
vo: creolo haitiano, st: inglese, italiano

di Rä Di Martino, Italia, Svizzera, Francia, Marocco, 2017, 74′
vo: italiano, inglese, arabo, francese; st: italiano

18 marzo

di Benoît Rossel, Svizzera, Francia, 2017, 85′
vo: inglese; st: italiano

di James Crump, Stati Uniti, 2017, 90′
vo: inglese; st: italiano

Q.I. Vedo Sostenibile

26 settembre – 19 ottobre 2014

Quartiere Intelligente
Scale di Montesano, Napoli

7 ottobre alle ore 19:30
in programma il film vincitore del Premio Lo schermo dell’arte 2010
Ladies and Gentlemen di Luca Bolognesi

ore 18.30, conversazione
Adriana Rispoli, curatrice della mostra
Eugenio Viola, Museo MADRE (Napoli)
Leonardo Bigazzi, Lo schermo dell’arte Film Festival

Q.I. VEDO SOSTENIBILE è un progetto espositivo a cura di Adriana Rispoli in cui 12 artisti nazionali e internazionali interpretano con il linguaggio del video i temi dell’ambiente, dell’ecosostenibilità e del rapporto uomo-natura.

quartiereintelligente.it

Screening program Directing the Real. Films d’artistes et vidéos des années 2010
Passerelle Centre d’art contemporain, Brest

Dal 3 febbraio al 28 aprile 2018, Passerelle Centre d’art contemporain ospita a Brest Directing the Real. Films d’artistes et vidéos des années 2010, programma di film presentati nell’omonima mostra curata da Leonardo Bigazzi, che si è tenuta a Firenze a novembre 2017, in occasione del decennale edizione dello Schermo dell’arte Film Festival.

Artisti: Basma Alsharif, Danilo Correale, Alessandra Ferrini, Louis Henderson, Basir Mahmood, Rebecca Moss, Arash Nassiri, Emilija Škarnulyte, Driant Zeneli.

INFORMAZIONI

Directing the Real. Films d’artistes et vidéos des années 2010
Passerelle Centre d’art contemporain, Brest
Opening 2 febbraio 2018, 18:00
Screening program: 3 febbraio – 28 aprile 2018

Martedì 14:00-20:00, dal mercoledì al sabato 14:00- 18:30
41, rue Charles Berthelot, Brest
www.cac-passerelle.com

PROGRAMMA

All that is solid

di Louis Henderson, 2014, 15’40”

Equivalent Units

di Danilo Correale, 2017, 19′

Radio Ghetto Relay

di Alessandra Ferrini,2016, 15’24”

It Would Not Be Possible to Leave Planet Earth Unless Gravity Existed

di Driant Zeneli, 2017, 13’41”

Tehran-gele

di Arash Nassiri, 2014, 18′

Sirenomelia

di Emilija Škarnulytė, 2017, 12′

Monument of arrival and return

di Basir Mahmood, 2016, 10′

International Waters

di Rebecca Moss, 2017, 20′

Deep Sleep

di Basma Alsharif, 2014, 12’45”

Secret Florence IX edizione

THEACHAPI
di JR

Giovedì 6 giugno 2024
Firenze, Cinema La Compagnia
Ingresso libero

Per Secret Florence 2024 Lo schermo dell’arte presenta al Cinema La Compagnia Tehachapi (USA, 2023, 92’), ultimo film del celebre artista francese JR che racconta il suo progetto concepito per l’omonimo carcere di massima sicurezza nel deserto californiano. A partire dal 2019, JR ha collaborato attivamente con i detenuti e con il personale penitenziario realizzando dei ritratti fotografici che sono stati stampati in grande formato e incollati sul pavimento nell’area del cortile esterno. Il film fa luce su una realtà difficilmente accessibile come quella di una casa di pena e solleva domande sull’efficacia dell’arte nel cambiare il mondo e sul suo impatto sulle persone coinvolte. 
Grazie alla creazione dell’app JR:murals, l’installazione fotografica è tutt’oggi visibile ed è accompagnata da una serie di audio con il racconto in prima persona delle storie di coloro che sono ritratti nelle immagini.

JR

JR è uno degli artisti più noti al mondo, famoso per utilizzare la tecnica del collage fotografico nell’ambito della produzione di monumentali installazioni site specific di arte pubblica dal forte valore sociale e politico. JR ha realizzato varie opere in Italia, quali ad esempio l’installazione La Ferita (2021) sulla facciata di Palazzo Strozzi, a Firenze, all’indomani della pandemia. Lo schermo dell’arte ha presentato il suo precedente film Women Are Heroes (Francia, 2010, 88′) dedicato alle donne che vivono in condizioni di estrema povertà e due documentari sul suo progetto Inside Out e sulla sua vita artistica. 

SECRET FLORENCE 2024
Arte, cinema, danza e musica
Firenze

Secret Florence, progetto strategico dell’Estate Fiorentina, presenta la sua ottava edizione. Il progetto, realizzato dalle cinque realtà di respiro internazionale attive nel territorio urbano della città di Firenze: Lo schermo dell’arte, Fabbrica Europa, Musicus Concentus, Tempo Reale  e Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni, è concepito per una serie di spazi scenici per lo più inediti dove performance di danza, musica, arte e cinema si adattano ogni volta alle caratteristiche architettoniche e acustiche di luoghi diversi. Le azioni che lo compongono contribuiscono così alla riscoperta di spazi tradizionali in una luce nuova, possono stabilire prospettive estetiche diverse in edifici o ambienti inediti e attuali o svelare eventi e storie culturali dimenticate e sconosciute. Tutte le proposte artistiche costituiscono un unicum territoriale e in taluni casi anche una effettiva novità assoluta nel panorama internazionale della ricerca artistica contemporanea. Il programma presenta iniziative gratuite o ad un prezzo fortemente agevolato.

Secret Florence è realizzato da:
Fabbrica Europa, Lo schermo dell’arte, Musicus Concentus, Tempo Reale, Centro nazionale di produzione Virgilio Sieni

Con il sostegno di:
Comune di Firenze, Estate Fiorentina 2023

Si ringrazia Institut français Firenze per la collaborazione

Secret Florence VII edizione

Omaggio a Sergei Parajanov

Tre film restaurati

Lo schermo dell’arte partecipa alla settima edizione di Secret Florence, progetto strategico dell’Estate Fiorentina promosso dal Comune di Firenze, proponendo un omaggio al regista armeno Sergei Parajanov (Georgia 1924 – Armenia 1990).

In programma al Cinema La Compagnia il 13 giugno 2022 alle ore 21:30 tre suoi straordinari brevi capolavori recentemente restaurati che rispecchiano lo stile colorato e poetico tipico dell’opera di questo autore considerato uno dei grandi maestri del cinema del XX secolo: Kyiv Frescoes (1966), Hakob Hovnatanyan (1967), Arabesques on the Theme of Pirosmani (1985). Insieme, possono essere visti come un’ode alla pittura e agli artisti che hanno influenzato Parajanov.

Il lavoro di restauro sui 3 film di Parajanov “è stata un’operazione a livello internazionale. Prodotti in Armenia, Ucraina e Georgia, […] sono stati ritrovati nel Gosfilmofond russo, scansionati e restaurati in Polonia e stampati nel Regno Unito, affinché le nuove copie entrassero nelle collezioni del Centre Pompidou di Parigi e del MoMA di New York.” (fonte: The Calvert Journal)

I film, presentati alla Compagnia in versione digitale, sono conservati nei seguenti archivi: Dovzhenko Centre Ukraine di Kyiv, NCCA-National Cinema Centre of Armenia di Yerevan, Georgian Film di Tbilisi. 

Il programma sarà introdotto dallo scrittore, curatore e produttore inglese Daniel Bird, che da anni si dedica ad esplorare archivi cinematografici dell’Armenia, della Georgia e dell’Ucraina in cerca di capolavori dimenticati. 

La serata è un’occasione per promuovere la campagna di raccolta fondi a favore dell’archivio cinematografico Dovzhenko Centre Ukraine di Kyiv. 

Sergei Parajanov

Nato nel 1924 a Tbilisi, in Georgia, all’epoca parte dell’Unione Sovietica, è noto per il suo stile poetico surrealista e visionario con il quale ha riletto le tradizioni e leggende popolari della sua terra e delle regioni caucasiche. Per le sue critiche esplicite alle autorità sovietiche, le sue opere sono state frutto di forte censura e lui stesso fu più volte incarcerato. Negli anni Settanta trascorse più di cinque anni in una prigione ucraina.
Ampiamente celebrato durante la sua vita dal mondo internazionale del cinema, ha vinto numerosi premi ai maggiori Festival tra i quali Venezia (1988), New York (1988), Rotterdam (1987) e Istanbul (1989). I suoi film sono stati oggetto di numerose retrospettive tra cui quelle del  MoMA New York, dell’Harvard Film Archive, del Mystetskyi Arsenal di Kyiv, del Tbilisi History Museum, dell’Odessa International Film Festival e dell’Arsenal Berlin. La Cineteca di Bologna e The Film Foundation, fondazione creata da Martin Scorsese per la salvaguardia del patrimonio cinematografico mondiale, hanno restaurato nel 2014 la sua opera più celebre, Il colore del melograno (1969), che è stata presentata in anteprima al 67° Festival di Cannes (2014).  

Daniel Bird

Daniel Bird è co-fondatore della società di post-produzione e produzione Acid Pictures. Dirige il progetto Hamo Bek-Nazarov, che mira a restaurare, riscoprire e rivalutare l’eredità cinematografica della Transcaucasia e dell’Asia centrale creando una rete tra agenzie cinematografiche regionali, archivi nazionali, specialisti internazionali del restauro, raccoglitori di fondi, ricercatori accademici, programmatori e distributori di film. Attraverso questo progetto  Bird ha prodotto Temple of Cinema, un’installazione con scene tratte da Il colore del melograno di Sergei Parajanov, ha prodotto un restauro di Mayak di Maria Saakyan, e tra il 2018 e il 2020 ha lavorato con il NCCA-National Cinema Centre of Armenia di Yerevan, il Dovzhenko Centre Ukraine di Kyiv e il Georgian Film di Tbilisi per produrre Parajanov Triptych (Trittico Parajanov), ovvero i tre film recentemente restaurati di Sergei Parajanov che sono in programma al Cinema La Compagnia per la settima edizione di Secret Florence.

Film in programma

Lunedì 13 giugno, ore 21:30

Ingresso libero
Prenotazione consigliata: CLICCA QUI per prenotare il tuo posto in sala 

Introduzione di Daniel Bird

con traduzione simultanea 

Hakob Hovnatanyan

Armenia, 1967, 10′
copia conservata dal NCCA – National Cinema Centre of Armenia
Con un giocoso montaggio associativo, Parajanov offre una panoramica dei ritratti di Hakob Hovnatanyan, pittore ottocentesco armeno, conosciuto come il “Raffaello di Tbilisi”. Combinando immagini dei dipinti di Hovnatanyan e vedute di Tbilisi del XIX secolo con suoni e musiche, questo breve documentario è considerato come precursore de Il colore del melograno.

Kyiv Frescoes

Ucraina, 1966, 15′
copia conservata dal Dovzhenko Centre Ukraine di Kyiv
Le riprese di questo documentario sulla nascita della capitale ucraina di Kyiv nel secondo Dopoguerra  sono state interrotte poiché il progetto venne dichiarato antisovietico. Questo frammento sopravvissuto alla censura dimostra un nuovo linguaggio cinematografico. Il film è costruito attorno ad una serie di frammenti di riprese che vanno a formare un collage unico accompagnato da una densa colonna sonora nella quale melodie pop americane e francesi si alternano a canzoni dell’Armata Rossa e della liturgia ortodossa.

Arabesques on the Theme of Pirosmani

Georgia, 1985, 21′
copia conservata dal Georgian Film | © JSC Georgian Film e Mematiane
Il documentario è un omaggio all’artista georgiano Niko Pirosmani (1862-1918), pittore primitivista che dipinse re, plebei e animali con uno stile apparentemente infantile che oggi appare ai nostri occhi modernissimo. Le riprese dei dipinti si alternano a quelle di soggetti e persone per restituire una natura malinconica e metafisica dell’opera dell’artista.

SECRET FLORENCE 2022
Arte, cinema, danza e musica
4–15 giugno, Firenze

Secret Florence, progetto strategico dell’Estate Fiorentina, presenta la sua settima edizione. Il progetto, realizzato dalle cinque realtà di respiro internazionale attive nel territorio urbano della città di Firenze: Lo schermo dell’arte, Fabbrica Europa, Musicus Concentus, Tempo Reale  e Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni, è concepito per una serie di spazi scenici per lo più inediti dove performance di danza, musica, arte e cinema si adattano ogni volta alle caratteristiche architettoniche e acustiche di luoghi diversi. Le azioni che lo compongono contribuiscono così alla riscoperta di spazi tradizionali in una luce nuova, possono stabilire prospettive estetiche diverse in edifici o ambienti inediti e attuali o svelare eventi e storie culturali dimenticate e sconosciute. Tutte le proposte artistiche costituiscono un unicum territoriale e in taluni casi anche una effettiva novità assoluta nel panorama internazionale della ricerca artistica contemporanea. Il programma presenta iniziative gratuite o ad un prezzo fortemente agevolato.

Secret Florence VIII edizione

Mathieu Amalric

Tre film su John Zorn

5 giugno 2023
Firenze, Cinema La Compagnia
Ingresso libero

La rassegna stampa dell'evento

Lo schermo dell’arte ha presentato in anteprima italiana i tre film che l’attore e regista francese Mathieu Amalric ha dedicato a John Zorn, sassofonista, clarinettista e compositore americano, tra i più influenti e geniali musicisti della scena contemporanea.

L’evento è stato organizzato in occasione dell’ottava edizione di Secret Florence, progetto strategico dell’Estate Fiorentina 2023 promosso dal Comune di Firenze.

In programma al Cinema La Compagnia (Firenze) lunedì 5 giugno 2023 a partire dalle ore 18:00, i film Zorn I (2010 – 2016), Zorn II (2016 – 2018) e il recente Zorn III (2018 – 2022).
Ideati per essere proiettati durante i concerti di Zorn, sono stati presentati in questa occasione alla presenza del regista e per la prima volta in Italia nella loro sequenza temporale.

Amalric incontra Zorn nel 2008 e inizia a seguirlo e filmarlo in ogni occasione possibile, cogliendo con grande sensibilità il suo processo creativo. Da solo alla videocamera e al suono, filma il compositore durante le prove, le registrazioni in studio, i concerti e in momenti di vita privata, in una continua ricerca volta a cogliere l’essenza di questo grande artista del nostro tempo. Nasce così una trilogia di film, tutt’oggi un work in progress, in cui ogni episodio ci mostra un aspetto differente dell’universo Zorn.

Mathieu Amalric

Vincitore come miglior attore di tre Premi César per i film Comment je me suis disputé… (ma vie sexuelle) (1997), I re e la regina (2005) e Lo scafandro e la farfalla (2008), ha lavorato con i maggiori registi tra i quali Julian Schnabel, Wes Anderson, Roman Polański, Steven Spielberg. È uno dei protagonisti dell’ultimo film di Nanni Moretti Il sol dell’avvenire, oggi nelle sale italiane. Come autore, nel 2010 ha vinto il premio per la miglior regia al Festival di Cannes con il film Tournée. Tra i suoi film più recenti sono Barbara (2017), Serre moi fort (2021), Maîtres anciens (2022).

Programma

Lunedì 5 giugno 2023
Zorn I (2010 – 2016)

di Mathieu Amalric, 2016, 54′
vo: inglese; st: francese

Il primo episodio raccoglie numerosi momenti e frammenti filmati in anni e luoghi diversi, ed è simile nella sua costruzione ad uno spartito musicale. Non c’è niente di pianificato in questo film, è tutto tenuto insieme dalla passione gioiosa di Zorn. Con la partecipazione di Bill Frisell, Mike Patton, Dave Douglas, Joey Baron, Marc Ribot, Greg Cohen, Bill Laswell, Brian Marsella.

Zorn II (2016 – 2018)

di Mathieu Amalric, 2018, 59′
vo: inglese; st: francese

Il più intimo dei tre episodi, nel quale alle riprese si sovrappongono inserti di testo, parole chiave scritte dallo stesso musicista. Amalric è ormai letteralmente rapito da Zorn, camera a mano e immagini dense di emozione ne raccontano lo spirito creativo, l’atmosfera che crea nelle sue sessioni. Lo ascolta, ogni tanto interviene con una apparizione improvvisa o un commento. Per tutta la durata del film si ha l’impressione di assistere ad un rituale magico, con ampi riferimenti alle radici ebraiche della musica di Zorn.

Mathieu Amalric in conversazione con Enrico Romero (Controradio, Firenze Jazz Festival)

Zorn III (2018 – 2022)

di Mathieu Amalric, 2022, 78′
vo: inglese; st: francese, italiano

Il terzo episodio si concentra sulle prove di un’unica opera, Jumalattaret, e nella relazione (anche epistolare) tra Zorn e la soprano Barbara Hannigan, stella mondiale della musica contemporanea. Jumalattaret è un ciclo di canzoni composto da John Zorn ispirato al Kalevala, un poema epico finlandese che narra le gesta di creature mitologiche che non temono la violenza e non conoscono barriere umane o naturali. Un componimento insidioso, tecnicamente al limite delle possibilità umane e vocali, nella cui parte pianistica spicca Stephen Gosling. Un focus sul complesso processo espressivo nel quale emerge la visione di Zorn: abbandonare l’idea di un’esecuzione perfetta per raggiungere un livello più profondo e umano.

SECRET FLORENCE 2023
Arte, cinema, danza e musica
Firenze

Secret Florence, progetto strategico dell’Estate Fiorentina, presenta la sua ottava edizione. Il progetto, realizzato dalle cinque realtà di respiro internazionale attive nel territorio urbano della città di Firenze: Lo schermo dell’arte, Fabbrica Europa, Musicus Concentus, Tempo Reale  e Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni, è concepito per una serie di spazi scenici per lo più inediti dove performance di danza, musica, arte e cinema si adattano ogni volta alle caratteristiche architettoniche e acustiche di luoghi diversi. Le azioni che lo compongono contribuiscono così alla riscoperta di spazi tradizionali in una luce nuova, possono stabilire prospettive estetiche diverse in edifici o ambienti inediti e attuali o svelare eventi e storie culturali dimenticate e sconosciute. Tutte le proposte artistiche costituiscono un unicum territoriale e in taluni casi anche una effettiva novità assoluta nel panorama internazionale della ricerca artistica contemporanea. Il programma presenta iniziative gratuite o ad un prezzo fortemente agevolato.

Secret Florence è realizzato da:
Fabbrica Europa, Lo schermo dell’arte, Musicus Concentus, Tempo Reale, Centro nazionale di produzione Virgilio Sieni

Con il sostegno di:
Comune di Firenze, Estate Fiorentina 2023

Si ringrazia Institut français Firenze per la collaborazione

Segui gratuitamente il programma dei festival talks live della XIII Edizione dello Schermo dell’arte

PROGRAMMA:

Mercoledì 11 novembre
[mini-icon icon=”map-marker”]Manifattura Tabacchi
[mini-icon icon=”time clock”] 15:00
Duchamp Is Our Lawyer. Francesco Urbano Ragazzi in conversazione con Kenneth Goldsmith | Talk
Il collettivo curatoriale Francesco Urbano Ragazzi, autori della mostra Hillary. The Hillary Clinton Emails (Venezia, 2019), e Kenneth Goldsmith, poeta, critico, fondatore dell’archivio online UbuWeb, riflettono sull’archiviazione, il consumo e la diffusione delle opere d’arte su Internet.
Disponibile in live streaming sui canali Facebook di Manifattura Tabacchi e dello Schermo dell’arte

 

[mini-icon icon=”map-marker”]Cinema La Compagnia
[mini-icon icon=”time clock”] 19:00
Flatform, autori del film History of a Tree in conversazione con Silvia Lucchesi, direttrice dello Schermo dell’arte.
On demand su PiùCompagnia in collaborazione con MYmovies
Disponibile in live streaming anche sul canale Facebook dello Schermo dell’arte

Venerdì 13 novembre

[mini-icon icon=”map-marker”]Manifattura Tabacchi
[mini-icon icon=”time clock”] 15:00
Commissioning Artists’ Moving Images | Tavola rotonda
con: Beatrice Bulgari (Fondazione In Between Art Film), Han Nefkens (Han Nefkens Foundation), Mason Leaver-Yap (KW Institute for Contemporary Art), modera Leonardo Bigazzi.
Che sia ispirata da un tema specifico o parte di un rigoroso progetto curatoriale, la commissione è un processo fondamentale per sostenere e sviluppare la visione dell’artista e la sua carriera. In questa tavola rotonda discuteremo diverse strategie che sono state recentemente impiegate da tre istituzioni internazionali per produrre con successo opere di artisti che lavorano con le immagini in movimento.
Disponibile in live streaming sui canali Facebook di Manifattura Tabacchi e dello Schermo dell’arte

 
[mini-icon icon=”map-marker”]Cinema La Compagnia
[mini-icon icon=”time clock”] 19:00
L’artista Anna Franceschini, autrice del film BUSTROFEDICO, in conversazione con il curatore Milovan Farronato.
On demand su PiùCompagnia in collaborazione con MYmovies
Disponibile in live streaming anche sul canale Facebook dello Schermo dell’arte

 

Sabato 14 novembre
[mini-icon icon=”map-marker”]Cinema La Compagnia
[mini-icon icon=”time clock”] 15:00
Gli artisti Adrian Paci, MASBEDO, Elena Mazzi e Silvia Giambrone del programma Mascarilla 19 in conversazione con i curatori Leonardo Bigazzi, Alessandro Rabottini e Paola Ugolini.
On demand su PiùCompagnia in collaborazione con MYmovies
Disponibile in live streaming anche sul canale Facebook dello Schermo dell’arte

 

[mini-icon icon=”map-marker”]Cinema La Compagnia
[mini-icon icon=”time clock”] 19:00
L’artista Riccardo Benassi, autore del film Phonemenology, in conversazione con il direttore della Haus der Kunst di Monaco Andrea Lissoni.
On demand su PiùCompagnia in collaborazione con MYmovies
Disponibile in live streaming anche sul canale Facebook dello Schermo dell’arte

 

Station to Station a Val delle Rose

Station to Station

di Doug Aitken
Sabato 18 giugno 2016
Val delle Rose, Grosseto

Station to Station è il primo lungometraggio dell’artista americano Doug Aitken, presentato in anteprima nazionale durante l’Estate Fiorentina 2015. Il film racconta, attraverso 62 corti della durata di un minuto ciascuno, il viaggio compiuto nell’estate 2013 a bordo di un treno disegnato dall’artista e concepito come una scultura di luce, durante il quale si svolsero numerose performance.
La proiezione di Station to Station inaugura l’apertura al pubblico della tenuta Val delle Rose e rinsalda la collaborazione tra Lo schermo dell’arte e Cecchi, sostenitore del Festival fin dalla sua prima edizione.

La proiezione inizia alle 21 ed è preceduta da un tour e un buffet a partire dalle 19.
Il costo di 20 euro a persona comprende la degustazione e lo spettacolo

Val delle Rose
Strada Val delle Rose (Poggio La Mozza)
Grosseto
Per prenotazioni:
tel. +39 0564 409062 Cell. +39 340 6920885
www.valdellerose.it
Per raggiungere Val delle Rose > http://bit.ly/mappa-vdr

Visio_2014

Station to Station al Museo Pino Pascali

Presentazione

Station to Station

di Doug Aitken
Venerdì 8 luglio 2016
Museo Pino Pascali, Polignano a Mare (BA)

Lo schermo dell’arte Film Festival è lieto di partecipare al programma Art/Movie, a cura di Alessandra Mammì con il coordinamento generale di Santa Nastro al Museo Pino Pascali, dal 25 giugno all’8 luglio 2016.
Art/Movie è dedicato agli artisti che si sono confrontati con il mezzo cinematografico e prevede la proiezione di: Comizi di non amore di Francesco Vezzoli (25 giugno), Jellyfish Eyes di Takashi Murakami (26 giugno) e Station to Station di Doug Aitken (8 luglio), distribuito in Italia da Wanted Cinema e dallo Schermo dell’arte Film Festival.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
La proiezione inizia alle 20:30, preceduta da un aperitivo

Fondazione Museo Pino Pascali
Via Parco del Lauro, 119 – 70044
Polignano a Mare (BA)
segreteria@museopinopascali.it
www.museopinopascali.it

Visio_2014